Seguici sui Social

Politica

Parcheggi, uffici e una piazza in via Regina Margherita: via libera definitivo dalla giunta

Pubblicato

in



Via libera definitivo all’ex falegnameria di via Regina Margherita. La giunta ha dato l’ok al progetto, con il parere favorevole anche dalla Città Metropolitana, al centro servizi dotato anche di parcheggio a rotazione. Una piccola svolta, considerando la necessità di recuperare posti auto con l’attuazione del nuovo piano di mobilità cittadino. Premiato quindi il coraggio di un imprenditore che da anni crede in questa opera.

Il progetto prevede la realizzazione di un piano parcheggio interrato, con una superficie di circa 850 metri quadrati (65 posti auto+ 8 posti moto) a rotazione ad uso pubblico. Tale parcheggio sarà ceduto gratuitamente al Comune di Castellammare di Stabia allo scadere della convenzione.
Verranno realizzati gli uffici da destinare ad attrezzature di interesse generale (circa 836,00 metri quadrati). E’ prevista anche la realizzazione di un parcheggio, di proprietà privata, con accesso dalla Via
Salvatore di Giacomo (da 335 metri quadrati).
Sarà realizzata una piazzetta in ampliamento del marciapiede esistente sulla Via Regina Margherita e la realizzazione di un marciapiede largo 1,30 metri lungo la Via Salvatore di Giacomo, da cedere a titolo gratuito al Comune di Castellammare, per un totale di 271 metri quadrati. Infine un’area verde di 286 metri quadrati. Le attuali opere esistenti saranno abbattute e ricostruite, senza aumenti di volumetria.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Gli “infedeli” del centrodestra passano a due, dubbi sul marito di una consigliera

Pubblicato

in

di Daniele Di Martino

Spunta il secondo consigliere “infedele” nel centrodestra. Parte dei voti della maggioranza che sostiene il sindaco Cimmino sarebbero andati a un candidato di Italia Viva. Le conferme arrivano proprio da esponenti napoletani del partito di Renzi. Si tratterebbe, in realtà, del marito di una consigliera comunale di maggioranza che avrebbe assicurato l’appoggio al candidato Bove, appunto di Italia Viva. In effetti, Pasquale Bove – a quanto si vociferava – rappresentava anche l’exit strategy di Luigi Cesaro per uscire da Forza Italia ed entrare in Italia Viva. Il candidato proprio a Sant’Antimo ha totalizzato 129 preferenze e non sarebbe un caso, quasi gli stessi voti di Discala e Franco Cascone, la coppia che Cesaro “portava” per Forza Italia.
A Castellammare, invece, Bove ne è uscito con 59 preferenze e in Italia Viva giurano che nessuno del partito si è concentrato sul candidato proveniente da Napoli Nord. Da qui il sospetto sul marito di una consigliera comunale. Quindi i consiglieri “infedeli” passano a due. Apriti cielo!

Continua a leggere

Trending