Seguici sui Social

Politica

Castellammare, altri due positivi legati al focolaio della Sonrisa

Pubblicato

in



Altri due positivi legati al focolaio della Sonrisa. A comunicarlo è il sindaco Gaetano Cimmino: «L’Asl ci ha comunicato oggi che altri due cittadini sono risultati positivi al Covid-19. Si tratta di due donne, rispettivamente di 66 e 74 anni, entrambe collegate al focolaio che ha coinvolto un Comune limitrofo e poste da diversi giorni in isolamento domiciliare con i rispettivi nuclei familiari congiunti. Ad entrambe auguro di guarire presto, al pari degli altri 5 cittadini che in questo momento stanno combattendo la loro sfida contro il virus.Stiamo monitorando l’evoluzione e la diffusione del contagio in maniera costante sul nostro territorio, consapevoli che in questa fase bisogna prestare, se possibile, ancora più attenzione.
Mercoledì scorso, sin dalle prime avvisaglie della presenza di un focolaio non lontano da Castellammare di Stabia, ho emanato l’ordinanza che impone l’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto in città: chi non rispetta le regole sarà multato. Lo dobbiamo a noi stessi, alle persone a noi care, a tutti i cittadini. Con maturità e senso di responsabilità, ancora una volta riusciremo a vincere questa sfida. Remiamo insieme e restiamo uniti. Insieme ce la faremo».

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Piano di mobilità, Scafarto sotto “esame”. Così l’assessore si gioca la riconferma

Pubblicato

in

Scafarto in un mese si gioca la riconferma. E’ questa la sensazione che traspare da Palazzo Farnese. Il futuro in giunta dell’assessore alla viabilità dipende tutto dalla buona riuscita del piano di mobilità, che molto probabilmente sarà rinviato alla prossima settimana. La motivazione ufficiale è “considerate le condizioni meteo avverse”, ma in realtà la protesta dei commercianti ha contribuito non poco sulla decisione di far slittare l’inizio della maxi-Ztl nel centro cittadino. Un rinvio che difficilmente sarà digerito da una parte della maggioranza di centrodestra e allora sotto accusa finirà proprio Scafarto, uno degli assessori che potrebbe essere defenestrato nell’ambito dell’imminente rimpasto di giunta. Del resto, solo con la buona riuscita del piano di mobilità riuscirebbe a strappare la riconferma.
Non è un caso che nei video di promozione del nuovo piano traffico, ad apparire è soltanto l’assessore. Il sindaco ha completamente delegato l’organizzazione a Gianpaolo Scafarto, proprio per avere una via d’uscita e quindi la revoca, nel caso in cui il Pum non dovesse portare i risultati sperati.

di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending