Seguici sui Social



Politica

Castellammare, altri due positivi legati al focolaio della Sonrisa

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Altri due positivi legati al focolaio della Sonrisa. A comunicarlo è il sindaco Gaetano Cimmino: «L’Asl ci ha comunicato oggi che altri due cittadini sono risultati positivi al Covid-19. Si tratta di due donne, rispettivamente di 66 e 74 anni, entrambe collegate al focolaio che ha coinvolto un Comune limitrofo e poste da diversi giorni in isolamento domiciliare con i rispettivi nuclei familiari congiunti. Ad entrambe auguro di guarire presto, al pari degli altri 5 cittadini che in questo momento stanno combattendo la loro sfida contro il virus.Stiamo monitorando l’evoluzione e la diffusione del contagio in maniera costante sul nostro territorio, consapevoli che in questa fase bisogna prestare, se possibile, ancora più attenzione.
Mercoledì scorso, sin dalle prime avvisaglie della presenza di un focolaio non lontano da Castellammare di Stabia, ho emanato l’ordinanza che impone l’obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto in città: chi non rispetta le regole sarà multato. Lo dobbiamo a noi stessi, alle persone a noi care, a tutti i cittadini. Con maturità e senso di responsabilità, ancora una volta riusciremo a vincere questa sfida. Remiamo insieme e restiamo uniti. Insieme ce la faremo».


Continua a leggere

Politica

Debito Asam da 16 milioni, il Comune rischia un nuovo dissesto

Pubblicato

il

Altra tegola per Cimmino. È di qualche giorno il rigetto da parte dei commissari della proposta di inserire il debito ASAM da 16 milioni nell’organismo speciale di liquidazione. Detta così sembrerebbe una cosa tecnica da addetti ai lavori se non fosse che questo provvedimento di rigetto significa un grande alert per le casse comunali e per lo “spareggio” di bilancio. Si pensi che nel dicembre 2013 la allora amministrazione Cuomo dichiarò il dissesto per cifre intorno ai 15 milioni di euro ed adesso questa partita pregressa Asam si avvicinerebbe a quella somma li’. Vero è che la liquidazione ASAM con la relativa debitoria è storia del 2014 certamente non ascrivivile a Cimmino, tuttavia fa specie che l’assessore al ramo, profonda conoscitrice di tutte le partecipate avendo esercitato ruoli diversi con tutti i colori politici, non abbia dedicato tempo in questi ormai tre anni a questa vicenda. Era in itinere ed in via di completamento una transazione che coinvolgeva Comune Gori e Asam ma le tracce si sono perse nei cassetti di Palazzo Farnese.
Ormai fra un po’ si accende la candelina del terzo anno, il giro di boa del mandato sindacale abbondantemente superato, la scusa della colpa del passato non funziona più.
Buffalo Bill

Continua a leggere