Seguici sui Social

Ultime Notizie

Disperso sul Faito: escursionista ritrovato in città sano e salvo

Pubblicato

in



Il soccorso alpino e speleologico della Campania è stato impegnato da ieri nella ricerca di un disperso in penisola sorrentina. Si trattava di un giovane di origine ceca, che un paio di giorni fa aveva telefonato ad un’amica pugliese dichiarando di essere ferito, di vedere il golfo di sorrento ma di non sapere bene in quale punto fosse. La ragazza ha presentato denuncia ai carabinieri di Vieste (FG) che hanno inoltrato l’allarme ai carabinieri di amalfi, sorrento e vico equense e da qui al corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (CNSAS). I tecnici soccorso alpino e speleologico, hanno iniziato le ricerche del giovane, nella giornata di sabato 22 e, insieme alle squadre provenienti da Lazio e Umbria, hanno continuato nella giornata di domenica 23, partendo dal segnale della cella telefonica agganciata durante l’ultima telefonata (da quel momento in poi, il cellulare risultava sempre irraggiungibile). Le squadre hanno perlustrato alcune zone del monte Faito, del Monte San Michele, croce della conicchia e Monte cerasuolo, senza esito. Intorno alle 12.00 la notizia dei cc di napoli che il ragazzo si trovava in città sano e salvo.
Le operazioni sono quindi state dichiarate concluse e le squadre sono rientrate.

In supporto alle squadre del CNSAS, erano presenti le associazioni, Volontari del Faito e ProNatura, mentre era in preallarme un equipaggio del 6° Reparto Volo della Polizia di stato.
La gestione di interventi simili richiede organizzazione e sinergia tra tutti gli enti coinvolti, tra cui il Parco Regionale dei Monti Lattari. Il CNSAS attua queste misure durante le consuete esercitazioni che periodicamente vengono effettuate.

Politica

Piano traffico, l’Ascom lancia il referendum: “Saranno i cittadini a decidere”

Pubblicato

in

“Saranno i cittadini a decidere, non vogliamo essere etichettati”. L’Ascom, l’associazione commercianti, lancia una sorta di referendum sul piano di mobilità entrato recentemente in vigore con i primi cambi di sensi di marcia. Da domenica inizia anche la Ztl nel centro cittadino. ma sono tante le proteste.
“L’Ascom-Confcommercio di Castellammare di Stabia – si legge in una nota -, per il bene della Città e nell’interesse dei propri Soci, ha già espresso il proprio punto di vista e manifestato forti perplessità rispetto al nuovo piano traffico, trasmettendo una serie di comunicazioni ufficiali all’Amministrazione comunale già a partire dallo scorso mese di luglio, a seguito dell’incontro di presentazione svoltosi presso il Palazzetto del Mare. L’Associazione, con spirito costruttivo, ha offerto alla collettività e all’Amministrazione la massima collaborazione partecipando alla stesura delle linee guida del PUC (Piano Urbanistico Comunale), contenente le indicazioni di indirizzo del PUM (Piano Urbano della Mobilità), approvate in Consiglio comunale, che sono state realizzate insieme ai professionisti e alle associazioni dell’amministrazione condivisa. Purtroppo non siamo stati ascoltati, le nostre indicazioni sono state ignorate e non c’è stato il confronto preventivo più volte promesso dall’Amministrazione”.
Da qui l’idea di una sorta di referendum popolare: “A questo punto, lasciamo che siano i cittadini tutti ad esprimere il proprio parere non volendo essere strumentalizzati, né etichettati come quelli che intendono ostacolare lo sviluppo della città.
È doveroso precisare, inoltre, che il provvedimento adottato a Castellammare è in controtendenza rispetto a quanto si sta verificando in altre città dove si stanno adottando misure di contenimento dell’emergenza sanitaria – in linea con le indicazioni del Presidente del Consiglio dei Ministri – che prevedono la riapertura delle ZTL. Tuttavia ci riserviamo di intraprendere azioni a tutela dei nostri associati qualora non si ponga rimedio a questa disastrosa situazione nel più breve tempo possibile”.

Continua a leggere

Trending