Seguici sui Social

Politica

Inquinamento del Sarno, il Comune di Pompei aderisce al Contratto di Fiume. La Mura(M5S): “Ottima iniziativa”

Pubblicato

in



La senatrice di Pompei: “Bene l’adesione del Comune di Pompei al contratto di fiume promosso dall’Ente Parco”

“Pompei aveva probabilmente bisogno di un commissario prefettizio per mettere in campo azioni concrete per la tutela del fiume Sarno dialogando con tutti i Comuni interessati – dichiara Virginia La Mura, senatrice pompeiana capogruppo M5S in commissione Ambiente -. Ottima l’iniziativa di aderire al Contratto di Fiume promosso dall’Ente Parco del fiume Sarno. I contratti di fiume sono forme di accordo che permettono di adottare un sistema di regole in cui criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore sociale, sostenibilità ambientale sono i baluardi da seguire per riqualificare l’area del bacino idrografico. Queste forme contrattuali sono in linea con gli obiettivi delle direttive europee sulla tutela della qualità delle acque e coinvolgono tutti i soggetti interessati per delineare una strategia che valorizzi l’intero territorio del fiume. È un passo importante e il commissario del Comune di Pompei è stato molto attento a saper cogliere la rilevanza del progetto. Per fare davvero qualcosa per il fiume c’è bisogno che ci sia attenzione da parte di tutti i soggetti istituzionali, cosa non scontata e che anzi è sempre più difficile riscontrare. Con il Ministero stiamo lavorando al Master plan dedicato al fiume, bene che ora anche il Comune di Pompei, e spero molti altri, si sia attivato per fare qualcosa. Ognuno deve fare la sua parte, se ad oggi abbiamo così tanti controlli e sanzioni per gli scarichi abusivi nel fiume lo dobbiamo all’accordo tra Carabinieri e Distretto idrografico voluto dal ministero, molto altro ancora sarà fatto, manteniamo tutti alta l’attenzione”, conclude la senatrice.

Politica

Rimpasto di giunta, gli “infedeli” rischiano di restare senza assessori

Pubblicato

in

Prima l’analisi del voto, poi la verifica di chi ha veramente sostenuto il centrodestra alle regionali e poi il rimpasto di giunta. Questa è la road map che si sta tracciando in queste ore. Il sindaco Gaetano Cimmino e i suoi fedelissimi vogliono vederci chiaro in questa storia. I conti non tornano. Malgrado il centrodestra abbia registrato una delle migliori performance della provincia (ma non era impresa così difficile), ora è caccia ai consiglieri infedeli che hanno deciso di appoggiare candidati di De Luca. “Bisogna capire chi sta veramente con noi” è il leit motive di queste ore a Palazzo Farnese. Nelle mattinate successive al voto, il primo cittadino ha ricevuto la visita di diversi esponenti di maggioranza. Una sorta di analisi del voto che approderà a una riunione con le segreterie dei partiti, così da tracciare la strada per arrivare al rimpasto. La prossima settimana potrebbe esserci il vertice decisivo per stabilire i criteri per trasformare la giunta tecnica in giunta politica. E in questo scenario i “traditori” rischiano l’isolamento politico.
di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending