Seguici sui Social

Cronaca

Inquinamento del Sarno, La Mura (M5S): “400milioni per le opere del master plan. Sulle bonifiche assente la Regione”

Pubblicato

in



“La Regione Campania finora è stata assente e, quando si è interessata al Sarno, l’ha fatto solo con progetti assurdi e controproducenti”

“La bonifica dell’intero bacino idrografico del Fiume Sarno passa per l’attuazione del Master plan. Ci vorranno circa 400milioni di euro per realizzare tutte quelle operazioni, infrastrutturali e non, che permetteranno di dare nuova luce al fiume e ai 42 Comuni coinvolti – a dirlo è Virginia La Mura, senatrice del Movimento 5 Stelle e Capogruppo in Commissione Ambiente – Le acque trasparenti del Fiume Sarno sono impresse nei nostri occhi e nel nostro cuore di gente sarrastra. Ed è da quelle acque trasparenti, che scorrono lambendo il sito archeologico di Longola che scoprii ben 8 anni fa, che feci la mia promessa al Sarno. Io e i miei compagni di viaggio del M5S, allora solo semplici cittadini e oggi nelle istituzioni come consiglieri comunali e regionali, Parlamentari e Europarlamentari, promettemmo di riportare la Vita nel Fiume. Si tratta di un lavoro complesso dovuto anche alla molteplicità di attori coinvolti ma siamo a buon punto grazie anche al Ministro dell’Ambiente Sergio Costa ci sta supportando e con il segretario generale del distretto idrografico dell’Appennino meridionale, Vera Corbelli, ha stimato un fabbisogno complessivo per l’attuazione del Master plan di 400 milioni di euro. Una cifra – prosegue l’esponente pentastellata – importantissima che servirà a realizzare tutte quelle operazioni, infrastrutturali e non, che permetteranno di dare nuova luce al fiume e ai 42 Comuni coinvolti. La preparazione del Master plan richiede molto lavoro, e quindi anche tempo, perché il piano strategico include tantissimi interventi che dovranno essere eseguiti. La Regione Campania finora è stata assente e, quando si è interessata al Sarno, l’ha fatto solo con progetti assurdi e controproducenti. Eppure è la Regione a essere responsabile della bonifica del fiume e dei suoi affluenti, è bene che la prossima amministrazione lo tenga bene a mente”.

Cronaca

Maltempo, scuole chiuse a Gragnano e Santa Maria la Carità

Pubblicato

in

Disposta la chiusura delle scuole a Gragnano e Santa Maria la Carità

Gragnano. Il mal tempo ferma l’inizio della scuola. Il sindaco di Gragnano Paolo Cimmino posticipa l’inizio della attività didattiche di due giorni, 28 e 29 settembre, a causa delle avverse condizioni meteorologiche che non permetterebbero di rispettare le norme di distanziamento sociali. Si preannuncia un anno scolastico difficile per tutti. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Sindaco di Santa Maria la Carità, Giosuè D’Amora, che ha ordinato la chiusura delle scuole insistenti sul territorio comunale il giorno 28 settembre.

Continua a leggere

Trending