Seguici sui Social

Politica

SPECIALE ELEZIONI REGIONALI edizione sfogliabile online, a cura di StabiaNews.it

Pubblicato

in



Sono i candidati alla presidenza della Giunta regionale della Campania. A sfidare l’uscente Vincenzo De Luca (sostenuto da 15 liste) ci saranno Stefano Caldoro, candidato del centrodestra e già presidente della Regione Campania dal 2010 al 2015, Valeria Ciarambino del M5s, il candidato di Potere al Popolo, Giuliano Granato; del Terzo Polo, Sergio Angrisano; di Terra, Luca Saltalamacchia, della lista Naturalismo, Giovanni Nappi e del partito delle Buone Maniere, Giusepe Cirillo.

Ecco lo speciale elezioni regionali 2020 a cura di StabiaNews.it dove puoi trovare tutti i candidati e tutte le liste in corsa per la competizione elettorale del 20 e 21 settembre 2020.

CLICCA QUI E APRI PER SFOGLIARE ONLINE LO SPECIALE.

Per Caldoro e De Luca sarà la terza sfida per la presidenza della Giunta regionale della Campania. La prima è del 2010 quando vinse Caldoro, poi nel 2015 quando è risultato vincitore l’ex sindaco di Salerno ed infine quella fissata per il prossimo settembre. Sono 27 le liste presentate alla Corte di Appello di Napoli per l’elezione del presidente della Giunta regionale della Campania e del Consiglio regionale. Quindici liste a sostegno del presidente uscente Vincenzo De Luca, sei per Sfefano Caldoro, candidato del centrodestra, mentre il Movimento Cinque Stelle corre da solo con Valeria Ciarambino.

Politica

Caos traffico, l’opposizione prende le firme: consiglio comunale aperto ai commercianti

Pubblicato

in

Di Martino

Un consiglio comunale aperto ai commercianti. L’opposizione prende le firme per portare l’amministrazione Cimmino sul banco degli impuntati e metterla a confronto con i cittadini. L’annuncio diffuso dalla nota di Andrea Di Martino, Eutalia Esposito, Francesco Nappi, Laura Cuomo e Giovanni Nastelli: “La citta è piombata nel caos. Il nuovo Piano della mobilità si sta attuando attraverso veri e propri blitz, incertezze, approssimazioni e polemiche, per non dire “col favore delle tenebre”. Un piano che dovrebbe essere condiviso e partecipato, sta diventando un guazzabuglio. Provocando anche tensione e crisi nello stesso corpo di Polizia Municipale. Non è la strada giusta questa. Un piano di questa portata va applicato ascoltando la città, le categorie, le associazioni i sindacati. Va concordato e partecipato. Non può divenire un braccio di ferro, o peggio, campagna elettorale, attraverso improvvisi e furbetti blitz, tipo quello con cui si è chiusa piazza Giovanni XXIII”.
Da qui la decisione dell’opposizione: “È per queste ragioni che stiamo procedendo ad una raccolta delle firme necessarie per portare la discussione in un consiglio comunale, dove gli stakeholder (rappresentanze cittadine) possano intervenire e contribuire.
Facciamo appello a tutti i consiglieri comunali affinché firmino la richiesta di convocazione e si schierino dalla parte dei cittadini.
Il testo è a disposizione di tutti per modifiche o integrazioni. Intendiamo raggiungere le firme necessarie secondo lo statuto velocemente, ci auguriamo che sia la proposta di tutti, specie dei consiglieri comunali che vogliono correggere quanto in questi giorni l’amministrazione sta attuando, senza un minimo di programmazione e condivisione. Il Piano urbanistico della mobilita urbana deve essere discusso in un consiglio comunale aperto”.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending