Seguici sui Social

Cronaca

Tamponi alle Antiche Terme, ieri fatti 174 test. Cimmino spegne le critiche: “Le fonti sono al sicuro”

Pubblicato

in



Sono 174 i tamponi effettuati ieri nello stabilimento di Piazzale Amendola. Il Sindaco rassicura: “Le fonti non saranno compromesse. Castellammare è un modello sulla prevenzione al Covid”

Castellammare di Stabia. “Sono 174 i tamponi effettuati ieri nel presidio sanitario dell’Asl Napoli3 Sud realizzato nelle Antiche Terme per i test “drive-in” ai cittadini che rientrano dall’estero – a dirlo è il Sindaco Gaetano Cimmino  in una nota – Erano in tanti, muniti di prenotazione, ad attendere da giorni di ricevere il tampone a domicilio. E per tutti loro, unitamente agli altri cittadini del comprensorio prossimamente di rientro da località estere, abbiamo messo in piedi in un batter d’occhio un’opportunità per ridurre drasticamente i tempi di attesa del tampone e dell’isolamento domiciliare e per ottenere un responso rapido e certo. Numerose sono le attestazioni di stima che ci pervengono per questa iniziativa, altrettante purtroppo sono le critiche, e talvolta le offese, di chi contesta sia il nostro operato sia la scelta della struttura, ipotizzando scenari del tutto lontani dalla realtà. Per i tuttologi del web, improvvisati esperti in materia ambientale, ci tengo innanzitutto ad evidenziare che non esiste alcun tipo di rischio di contaminazione per le nostre fonti né di eventuali danni alla pavimentazione delle Terme. Le nostre acque sono al riparo. E sto lavorando intensamente, in sinergia con Ministero dello Sviluppo Economico e Regione Campania, per restituire quanto prima le sorgenti e le Terme alla città.
La scelta della location è avvenuta in totale accordo con l’Asl per diversi ordini di motivi: le Terme assicurano una sorveglianza adeguata del presidio sanitario, essendo quest’ultimo situato in un’area chiusa e circoscritta, sono facilmente raggiungibili in automobile, dispongono di un ampio spazio di prefiltraggio, servizi igienici per il personale e garanzia di privacy per i pazienti sottoposti al tampone.
Stiamo vivendo una fase impegnativa, delicata, emergenziale, a causa della nuova ondata di diffusione del contagio da Covid-19. E in questa emergenza dobbiamo essere fieri che una nostra struttura, a Castellammare, sia diventata il fulcro e il punto di riferimento regionale della battaglia contro il virus. Castellammare è il simbolo di questa sfida, è la città che non si arrende e risponde colpo su colpo, che offre un servizio innovativo ed efficace per dare risposte concrete ai cittadini in un momento difficile. Noi ci siamo. E insieme stiamo dimostrando, ancora una volta, di avere tutte le carte in regola per vincere questa sfida. Insieme ce la faremo”.

Cronaca

Coronavirus, altri 4 contagiati a Castellammare: sale a 56 il numero dei positivi in città

Pubblicato

in

Sale a 56 il bilancio dei contagiati in città, 125 le persone in isolamento

Castellammare di Stabia. Altri quattro casi di positività al Coronavirus a Castellammare di Stabia. Lo rende noto il comune di Castellammare di Stabia con una nota.  Si tratta di una 53enne, una 38enne, un 39enne ed un 61enne che di recente si sono sottoposti al tampone, il cui esito ha confermato il contagio. Tutti si trovano attualmente in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva e sono asintomatici. «A loro auguro- Dice il Sindaco Cimmino – di rimettersi in fretta e di guarire nel più breve tempo possibile. Nel frattempo mi giungono notizie preoccupanti per quanto riguarda l’ospedale “San Leonardo” dove ci sarebbero alcune criticità e mi sono già attivato per avere delucidazioni in merito. Sono certo che a breve tutti i cittadini colpiti da coronavirus vinceranno la propria battaglia con la malattia. E’ fondamentale ora, però, non abbassare la guardia. Ricordiamo a tutti che è stato disposto l’obbligo, su tutto il territorio regionale, di indossare la mascherina anche nei luoghi all’aperto, durante l’intero arco della giornata, a prescindere dalla distanza interpersonale».
Continua a leggere

Trending