Seguici sui Social

Politica

Tamponi immediati a chi rientra dall’estero, presidio alle Antiche Terme

Pubblicato

in



“Tamponi immediati per chi rientra dall’estero, senza uscire neanche dalla propria auto. Grazie alla proficua sinergia con il direttore generale dell’Asl Na3 Sud Gennaro Sosto, sarà posizionato da domani nel piazzale del parco delle Antiche Terme un presidio sanitario che, in un’area circoscritta nei pressi dell’accesso di via Brin 103, effettuerà tamponi orofaringei direttamente nell’abitacolo della propria autovettura a tutte le persone che, di rientro dall’estero, si sono prenotate presso la competente Asl”. Così Gaetano Cimmino, sindaco di Castellammare di Stabia.

“Un servizio di fondamentale importanza per tutto il comprensorio, – prosegue il sindaco Cimmino – che la direzione strategica dell’Asl e il direttore Sosto hanno messo in atto, in piena collaborazione con la nostra amministrazione comunale, per dare una risposta operativa, efficace e concreta ai cittadini in questa fase delicata per la diffusione del contagio da Covid-19, che sta coinvolgendo il nostro territorio. Il presidio istituito a Castellammare, attivo tutti i giorni tra le 8.30 e le 17.30 fino al 31 agosto salvo eventuali proroghe, andrà a coprire tutti i Comuni dei distretti Asl 53, 56 e 58, che includono i Monti Lattari, Pompei e l’area torrese-boschese.

Un modo semplice e veloce per evitare che le persone di rientro dall’estero siano costrette ad attendere tempi lunghi per sottoporsi al tampone e costringere talvolta i loro nuclei familiari ad isolarsi in casa per svariati giorni. – conclude il sindaco Cimmino – E soprattutto un’attività di prevenzione di fondamentale importanza, che abbiamo deciso di istituire a Castellammare di Stabia anche per dare ai nostri concittadini la possibilità di effettuare il tampone in totale sicurezza a poche centinaia di metri da casa”.

“Ringrazio il sindaco Gaetano Cimmino e l’amministrazione di Castellammare di Stabia. Il servizio che sarà attivato da domani garantirà notevoli benefici ad un numero considerevole di cittadini dei nostri territori. Questa è l’ennesima testimonianza di quanto la sinergia e la collaborazione proficua e concreta tra pubbliche amministrazioni possano essere essenziali per il bene della collettività”. Così l’ing. Gennaro Sosto, direttore generale dell’Asl Napoli3 Sud.

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Caos traffico, l’opposizione prende le firme: consiglio comunale aperto ai commercianti

Pubblicato

in

Di Martino

Un consiglio comunale aperto ai commercianti. L’opposizione prende le firme per portare l’amministrazione Cimmino sul banco degli impuntati e metterla a confronto con i cittadini. L’annuncio diffuso dalla nota di Andrea Di Martino, Eutalia Esposito, Francesco Nappi, Laura Cuomo e Giovanni Nastelli: “La citta è piombata nel caos. Il nuovo Piano della mobilità si sta attuando attraverso veri e propri blitz, incertezze, approssimazioni e polemiche, per non dire “col favore delle tenebre”. Un piano che dovrebbe essere condiviso e partecipato, sta diventando un guazzabuglio. Provocando anche tensione e crisi nello stesso corpo di Polizia Municipale. Non è la strada giusta questa. Un piano di questa portata va applicato ascoltando la città, le categorie, le associazioni i sindacati. Va concordato e partecipato. Non può divenire un braccio di ferro, o peggio, campagna elettorale, attraverso improvvisi e furbetti blitz, tipo quello con cui si è chiusa piazza Giovanni XXIII”.
Da qui la decisione dell’opposizione: “È per queste ragioni che stiamo procedendo ad una raccolta delle firme necessarie per portare la discussione in un consiglio comunale, dove gli stakeholder (rappresentanze cittadine) possano intervenire e contribuire.
Facciamo appello a tutti i consiglieri comunali affinché firmino la richiesta di convocazione e si schierino dalla parte dei cittadini.
Il testo è a disposizione di tutti per modifiche o integrazioni. Intendiamo raggiungere le firme necessarie secondo lo statuto velocemente, ci auguriamo che sia la proposta di tutti, specie dei consiglieri comunali che vogliono correggere quanto in questi giorni l’amministrazione sta attuando, senza un minimo di programmazione e condivisione. Il Piano urbanistico della mobilita urbana deve essere discusso in un consiglio comunale aperto”.

Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending