Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare. Il bidello dato per morto sta meglio. La figlia: “Risponde bene alle cure”

Pubblicato

in



Resta il rebus sulle comunicazioni ma intanto migliorano le condizioni del paziente 

Castellammare di Stabia. Mentre resta ancora un mistero su come sia arrivata sulla scrivania dello staff del Sindaco Cimmino la notizia della morte del bidello 57enne di Castellammare di Stabia, positivo al Coronavirus e ricoverato al Covid Center di Maddaloni, parla la figlia – sulle colonne dell’edizione odierna di Metropolis – che rassicura sulle condizioni di salute del padre. L’uomo, un collaboratore scolastico della scuola media Bonito-Cosenza è stato trasferito dopo un aggravamento del suo quadro clinico domenica sera in ospedale con un’ambulanza ad alto biocontenimento. L’uomo, risultato positivo al Coronavirus, aveva riscontrato dei problemi che hanno portato i medici a trasferirlo nella struttura ospedaliera nel casertano perchè sature quelle in provincia di Napoli.  Il pomeriggio seguente la comunicazione della morte sulla pagina del Sindaco nel bollettino del Coronavirus. Il panico, la confusione generata anche dai media che hanno riportato la nota del primo cittadino e poi la smentita della figlia. L’ASL che smentisce ogni comunicazione di questo tipo e lo staff del Sindaco che cambia dopo il caos la nota stampa. La cosa importante, però, è che le condizioni dell’uomo sono in miglioramento e a dirlo è la stessa figlia che racconta quei terribili momenti vissuti dopo la comunicazione del comune.  “Ore terribili che vogliamo dimenticare. I parenti ci chiamavano in lacrime e mia madre stava per avere un infarto e nessuna riusciva a dirci la verità”. E’ il racconto di quei momenti della donna che ha poi chiamato l’ospedale di Maddaloni dove hanno categoricamente smentito la notizia del decesso. Gli stessi parenti stretti hanno avuto in quei momenti modo di parlare con il paziente. Intanto la figli ha anche annunciato che le condizioni del 57enne sono in miglioramento. “Siamo in contatto con l’ospedale – dice – il personale è molto gentile e ci comunica passo passo tutte le evoluzioni della malattia. Ci hanno detto che papa è in miglioramento e sta rispondendo alle cure. Di questo siamo felici”.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Maltempo, scuole chiuse a Gragnano e Santa Maria la Carità

Pubblicato

in

Disposta la chiusura delle scuole a Gragnano e Santa Maria la Carità

Gragnano. Il mal tempo ferma l’inizio della scuola. Il sindaco di Gragnano Paolo Cimmino posticipa l’inizio della attività didattiche di due giorni, 28 e 29 settembre, a causa delle avverse condizioni meteorologiche che non permetterebbero di rispettare le norme di distanziamento sociali. Si preannuncia un anno scolastico difficile per tutti. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Sindaco di Santa Maria la Carità, Giosuè D’Amora, che ha ordinato la chiusura delle scuole insistenti sul territorio comunale il giorno 28 settembre.

Continua a leggere

Trending