Seguici sui Social


Cronaca

Castellammare. Via la rotatoria di Viale delle Puglie, cambio a Via Marconi: ecco le nuove modifiche

Pubblicato

il


Rimossa la rotatoria di Viale delle Puglie, arrivano i new jersey. Via Marconi ritorna percorribile in entrata e non in uscita dal Centro

Castellammare di Stabia. Lavori in corso in Viale delle Puglie questa mattina dove è in corso l’istallazione di una nuova segnaletica e la rimozione della rotatoria che regolava la circolazione veicolare su un’arteria strategica. Si tratta di nuovi accorgimenti ma anche di modifiche al nuovo piano della mobilità urbana. Prima fra tutte è il ripristino dell’originario senso di marcia in Via Marconi, un tratto che potrà essere percorso solo da chi arriva da via Regina Margherita, e via San Vincenzo, al fine di canalizzare meglio i flussi sulle principali arterie cittadine. “Solo chi non opera non sbaglia, e io preferisco operare, piuttosto che stare in disparte a guardare” ha commentato Cimmino. Intanto in questo momento sono in corso una serie di cambiamenti in Viale delle Puglie che vedrà scomparire la rotatoria all’incrocio con Via Regina Margherita.
Ecco come cambia la viabilità. Chi arriva da via Regina Margherita può: svoltare verso via Marconi o proseguire a destra su viale delle Puglie e raggiungere la rotatoria all’incrocio con viale delle Terme  e ritornare indietro o proseguire diritto. Secondo le previsioni così si evita l’incrocio di auto tra viale Europa, viale delle Puglie e via Regina Margherita che nei giorni scorsi ha bloccato  il traffico in entrata dai Monti Lattari.
“Mai come in questo momento c’è bisogno dell’aiuto di tutti – scrive sui social Cimmino –  Il momento è sfidante, ma non ci fermiamo. Dobbiamo lavorare su più fronti perché il nostro periodo storico ce lo chiede. Le vostre segnalazioni, quelle delle forze dell’ordine e dei commercianti ci permettono di portare i dovuti accorgimenti ad un Piano che non nasce perfetto, ma lo può diventare se uniamo le forze e ci crediamo tutti insieme”.


Pubblicità

Cronaca

Stagionali, La Mura: «Carenza di lavoratori per compensi bassi non per Rdc. Basta sfruttamento»

Pubblicato

il

«Basta sfruttamento dei lavoratori, con il Reddito di cittadinanza libertà di rifiutare compensi bassi»

«Le polemiche sollevate da molti imprenditori sulle difficoltà a trovare lavoratori stagionali arrivano puntuali con l’avvicinarsi dell’estate. Sarebbe bene chiarire che tali difficoltà, attribuite al Reddito di Cittadinanza, stanno invece negli stipendi eccessivamente bassi che troppo spesso si attribuiscono a queste categorie di lavoratori, con orari nei fatti superiori a quelli stabiliti contrattualmente per pochi euro all’ora, come stanno dimostrando numerose e recenti inchieste giornalistiche». A dirlo è Virginia La Mura, senatrice pompeiana del Gruppo Misto. «Ritengo – prosegue La Mura – che la possibilità, data dal Reddito di Cittadinanza, di affrancarsi da questo vero e proprio sfruttamento, sia il più grande risultato della legge. La libertà di scelta di figure lavorative già di per sé precarie, molto spesso riguardanti giovani, è un traguardo importante che rappresenta il diritto fondamentale a non dover sottostare a qualsiasi richiesta pur di guadagnare qualcosa. Il governo non faccia l’errore di privare i lavoratori di questa salvaguardia, retribuzioni e ore di lavoro devono essere sempre adeguate e in linea tra loro ed è su questo che si deve intervenire, il Reddito di Cittadinanza ha bisogno certamente di essere integrato con misure che favoriscano concretamente l’inserimento di chi ne usufruisce nel mondo del lavoro, ma il suo ruolo a difesa della dignità dei lavoratori è una garanzia intoccabile. I giovani, e non solo, hanno voglia di lavorare, si sono però stancati di essere sfruttati».

Continua a leggere

Trending