Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Covid: vigili in smartworking, chiuso il cimitero di Sant’Antonio Abate il 1 e 2 novembre

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Agenti di polizia locale positivi e carenza di controlli, disposta la chiusura del cimitero comunale

Sant’Antonio Abate. Sarà chiuso il cimitero nei giorni 1 e 2 novembre. A comunicarlo è il Sindaco Ilaria Abagnale pur « consapevoli di quanto queste due giornate siano importanti per la cittadinanza, perchè per tradizione il periodo che ruota attorno a Ognissanti e Giorno dei morti è il momento in cui il velo tra il cielo e la terra si fa particolarmente sottile – scrive il primo cittadino – Tuttavia « ho però il dovere di verificare la compatibilità dello svolgimento delle attività con l’andamento della situazione epidemiologica nel territorio, motivo per cui, valutati i diversi bollettini pubblicati nell’ultima settimana che attestano un vertiginoso aumento dei contagi, mi vedo costretta nel prendere decisioni drastiche che possano andare a levigare quella che risulta essere una problematica sempre più seria». Non solo l’aumento di casi ma anche la positività al test rapido di alcuni agenti di polizia locale, attualmente in isolamento domiciliare, ha portato il Sindaco Abagnale a chiudere il cimitero nei giorni della commemorazione dei defunti. «Purtroppo, in data 28 ottobre 2020, sono stati rilevati casi di positività di alcune risorse della Polizia Municipale al tampone rapido, in seguito al cui episodio si è provveduto, con Ordinanza Sindacale n.112/2020, alla chiusura della Casa Comunale e dei suoi locali dislocati, al fine di ottemperare alle necessarie operazioni di sanificazione. Le stesse unità sono attualmente in smartworking, in attesa degli esiti dei test effettuati in collaborazione con l’Asl di competenza territoriale. Di conseguenza, il nostro Ente Comunale non dispone attualmente della possibilità di disporre le risorse di sicurezza locale agli opportuni controlli sul territorio comunale, soprattutto nei giorni del 1 e 2 novembre».

Visto il periodo è stato predisposto il prolungamento dell’orario di apertura che sarà così ripartito da domani e fino all’8 novembre con chiusura il 1 e 2 novembre.
> Sabato 31 ottobre 2020, dalle ore 07.30 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
> Domenica 1 novembre e lunedì 2 novembre 2020, chiuso.
> Da martedì 3 novembre a sabato 7 novembre 2020, dalle ore 7.30 alle ore 12.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.00.
> Domenica 8 novembre 2020, dalle ore 7.00 alle ore 13.00.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Dpcm, Conte insiste per un rientro a scuola il 14 dicembre

Avatar

Pubblicato

il

C’è una nuova data, anche se ancora ipotetica, per il ritorno sui banchi degli studenti. E’ quella del 14 dicembre e a farla è stato proprio il premier Giuseppe Conte durante la riunione dei capigruppo di maggioranza sul prossimo dpcm. Dieci giorni, per provare a restituire un po’ di normalità ai ragazzi, o almeno ad una parte di loro qualora il rientro non riguardasse tutti, e dar loro quello che il premier ha definito “un bel segnale”. Contrastanti, per ora, le reazioni dei partiti alla proposta, che dovrà comunque avere il via libera degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico. Favorevole Italia Viva che chiede però trasporti adeguati, contrari gli altri schieramenti. Il dibattito in corso in questi giorni se far tornare i ragazzi nelle aule a dicembre o direttamente il 7 gennaio, dopo le vacanze di Natale, non si ferma. Non è un mistero che la ministra Azzolina voglia riportare in classe gli studenti, per quanto in modo graduale, nonostante la Commissione Ue sia dell’idea opposta e inviti addirittura ad allungare di una settimana le vacanze di fine anno. “Ci pensino bene e valutino con attenzione”, e’ l’invito al governo del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli. “Capisco l’operazione simbolica – aggiunge – ma mi chiedo cosa possa accedere nei grandi centri dove i trasporti non sono pronti”. Ed è per questo che, probabilmente, si chiederà l’intervento delle Prefetture.

Continua a leggere

Trending