Seguici sui Social


Politica

Patriarca (Forza Italia) a De Luca: “Sospendere le demolizioni durante l’emergenza”

Pubblicato

il


«È necessario sospendere le demolizioni delle prime case, e farlo nel più breve tempo possibile. Con una pandemia in piena espansione, come sostengono i virologi, è assolutamente irrazionale privare di un luogo di ricovero centinaia di famiglie». Lo ha detto la capogruppo di Forza Italia nel Consiglio regionale della Campania, Annarita Patriarca.
«Alcuni sindaci e il presidente Vincenzo De Luca stanno sottovalutando un problema che ha immediate ripercussioni non solo sull’ordine pubblico ma anche sul fronte sanitario – ha proseguito Patriarca –. Non è qui in discussione la legalità dei provvedimenti esecutivi, ma in un contesto di eccezionale gravità, come quello che stiamo vivendo, non si può ragionare solo sui tecnicismi e sulle procedure: serve buon senso. Peraltro – ha concluso la capogruppo azzurra – c’è una mozione che punta alla regolamentazione delle demolizioni votata all’unanimità nella passata legislatura che attende ancora applicazione. De Luca si impegni a richiedere lo stop alle demolizioni per tutta la durata dell’epidemia di coronavirus».


Pubblicità

Politica

Raid alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata, il sindaco va su tutte le furie

Cimmino in versione sceriffo: “Tolleranza zero contro i vandali”

Pubblicato

il

Raid notturno alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata. Il sindaco Gaetano Cimmino va su tutte le furie e annuncia tolleranza zero contro i vandali: “Non ne possiamo più delle mele marce che si ostinano a non voler bene a questa città, con gravi ricadute su tutti i cittadini di Castellammare di Stabia. Questa notte ignoti hanno danneggiato la Fontana dei Tritoni, oggetto di restyling ed inaugurazione appena pochi giorni fa, ed i bagni pubblici. In entrambi i casi i nostri operai sono già al lavoro per ripristinare il tappo della cassetta di diramazione idraulica della Fontana ed i raccordi idraulici che forniscono acqua agli orinatoi. Gli episodi sono stati prontamente denunciati alle forze dell’ordine. L’attenzione alla quotidianità che la mia amministrazione sta mettendo in campo ha subito degli attacchi. Basta. Non faremo sconti a nessuno. Ricordo solo a questi vandali che il danneggiamento di beni pubblici di interesse storico o artistico ovunque siano ubicati è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni secondo l’art. 635 del Codice Penale”.

Continua a leggere

Trending