Seguici sui Social

Cronaca

Ritorna il maltempo, in Campania allerta meteo da domani fino a lunedì

Pubblicato

il

Pioggia-Generico


gialla per 24 ore a partire da domani

La Protezione civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo di colore Giallo valevole a partire dalle 12 di domani, domenica 11 ottobre , alle 12 di lunedì 12 ottobre sull’intero territorio regionale. Si prevedono Precipitazioni sparse anche a carattere di “moderato rovescio” o temporale con locali raffiche di vento. Si raccomanda agli enti competenti di prestare particolare attenzione alle zone del territorio interessate da incendi boschivi che potrebbero determinare occasionali fenomeni franosi dovuti alle condizioni particolarmente fragili di tali aree. Tra i principali scenari di impatto al suolo dei temporali legati ad un rischio idrogeologico localizzato si segnalano:
– Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
– Possibili allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali, possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree depresse;
– Innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua minori, con inondazioni delle aree limitrofe, anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);
– Possibili cadute massi in più punti del territorio;
– Occasionali fenomeni franosi.
La Protezione Civile della Regione Campania segnala la necessità di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti, anche in ordine alle sollecitazioni dei venti e del moto ondoso.
In considerazione dei danni causati dai recenti eventi (25-28 settembre e 7 ottobre) occorsi sul territorio regionale e delle conseguenti situazioni di dissesto determinatesi, con consistente rischio residuo presente nei territori interessati, si raccomanda alle Autorità locali di Protezione Civile la massima vigilanza sulle aree urbane e sui corsi d’acqua ove attualmente sono presenti detriti, alberi, rami e altro materiale ostacolante il normale deflusso delle acque piovane.


Cronaca

Strage di Alcamo, il ricordo dei carabinieri uccisi. Uno era lo stabiese Apuzzo

Pubblicato

il

Il ricordo dei due carabinieri vittime di un agguato mentre erano in caserma

Ricordate dai carabinieri le vittime della Strage di Alcamo Marina di 45 anni fa. In quella notte del gennaio del 1976 il diciannovenne Carmine Apuzzo, originario di Castellammare di Stabia, entrato nelle fila dell’Arma da appena un anno e l’appuntato Salvatore Falcetta, trentacinquenne di Castelvetrano, furono sorpresi nel sonno da malviventi che si introdussero nello stabile della casermetta “Alkamar” dopo aver forzato la porta mediante con la fiamma ossidrica. I due militari furono crivellati di colpi mentre dormivano.La scoperta avvenne all’alba, quando gli uomini della scorta dell’allora segretario del Msi Giorgio Almirante, nel transitare lungo la strada statale che costeggia la località turistica, notarono la porta della caserma completamente divelta: all’interno i corpi dei due carabinieri.

Continua a leggere