Seguici sui Social


Calcio

A questa Juve Stabia (per ora) manca solo il gol

Avatar

Pubblicato

il

juve stabia gol

PUBBLICITA

La Juve Stabia ha il mal di gol. Padalino dovrà risolvere in fretta questo problema perché la sua squadra sta veramente giocando bene. Non capitalizzare le occasioni prodotte in partita è un delitto.

Ieri pomeriggio la Juve Stabia ha subito la quarta sconfitta in campionato. Al San Nicola di Bari gli uomini di Auteri hanno avuto la meglio grazie a due prodezze di due calciatori d’altra categoria come Montalto e Antenucci. La partita, nei numeri e ciò che la squadra di Padalino ha dimostrato in campo, però è stata altra. La fluidità di gioco, le idee e le occasioni prodotte dagli 11 gialloblu’ sono state importanti. Ma purtroppo è mancato un finalizzatore, è mancato quel “Francesco Forte” di turno, cannibale in area di rigore. Non è una critica nei confronti di Romero, perchè siamo all’inizio e magari a fine campionato il gigante attaccante della Juve Stabia avrà segnato 20 gol.

Però, ad oggi, il nuovo numero 9 delle Vespe non si è dimostrato all’altezza e i soli 7 gol segnati in nove giornate fanno riflettere. Anche perché, dati alla mano, lo Stabia è una delle squadre che ha creato più occasioni e una delle formazioni con la mole di gioco più elevata dell’intero campionato. Non segnare nemmeno una rete in ben 4 partite su 9 (Catania, Avellino, Teramo e Bari) è abbastanza grave. Non avere un calciatore che ti finalizzi il gioco è uno, se non l’unico, handicap della gestione Padalino. E proprio lo stesso mister che ha fine partita, ieri, ha sottolineato questo aspetto:

“La determinazione e la volontà di cercare il gol durante l’intero arco della gara sono da elogiare, vien da sé che contro un avversario di tale spessore occorra finalizzare l’azione e non creare solo i presupposti per segnare. Azioni alla mano, la differenza è stata fatta dalle individualità dei singoli come dimostrano la punizione a pelo d’erba di Montalto e la prodezza di un Antenucci che nulla ha a che fare con questa categoria.”

Questa potrà essere proprio la sfida da vincere del neo tecnico stabiese. Far segnare il più possibile Romero ma anche gli altri attaccanti ed esterni d’attacco della sua rosa. A partire già dalla sfida di giovedì sera contro il Palermo. Sarà fondamentale vincere, riscattare la sconfitta di ieri ma soprattutto segnare.

Pubblicità

Calcio

Juve Stabia, Fabiani: “Qui per riportare la società in B”

Avatar

Pubblicato

il

Il nuovo coordinatore dell’area tecnica della Juve Stabia Fabrizio Fabiani, figlio del noto direttore della Salernitana, ha rilasciato la sua prima intervista ufficiale ai canali della società gialloblu’.

Queste le sue dichiarazioni raccolte dalla nostra redazione:

“Ho voglia di far bene perché arrivo in una piazza importante che vive di calcio, ti spinge ad avere determinate motivazioni. Le stesse motivazioni che ho trovato in tutta la dirigenza e unione d’intenti per portare di nuovo in alto questo club.

Il calcio si sta evolvendo. E c’è bisogno di una figura che colleghi tutte le figure di una società di calcio: dalla struttura amministrativa fino a quella sportiva. Il nostro obiettivo è di far ripartire un nuovo ciclo vincente e riportare la squadra in B, con la famiglia Langella al timone.

Essere figlio d’arte è spesso un peso perché devi sempre dimostrare di più rispetto agli altri, ma questo resto un piacere. Ora sto lavorando con l’avvocato Todaro, con il quale porteremo avanti le idee della società.

Con il Potenza settimana prossima speriamo di fare una bella prestazione e di conquistare i tre punti. Anche se tra le due preferireì sempre la seconda.”

Continua a leggere

Trending