Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare. Luci d’artista al Savorito

Pubblicato

il



Luci d’artista al Savorito

Castellammare di Stabia. Luci d’artista al Savorito. Il quartiere alla periferia della città si prepara al Natale addobbando la piazza principale con delle luminarie. Non solo l’albero, simbolo natalizio, ma anche diverse figure che si illumineranno al calar del sole. E’ probabile che si tratti di istallazioni curate direttamente dagli abitanti del quartiere che, nonostante l’emergenza sanitaria, hanno voluto comunque illuminare la piazza con delle luci d’artista. Non ci saranno quest’anno le classiche luminarie in città. A farlo sapere il Sindaco Cimmino nei giorni scorsi annunciando l’illuminazione dell’albero in villa comunale. Inoltre nei quartieri ci sarà «un semplice simbolo natalizio, come segno di speranza, soprattutto per i bambini, in questa fase così delicata».


Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Strage di Alcamo, il ricordo dei carabinieri uccisi. Uno era lo stabiese Apuzzo

Pubblicato

il

Il ricordo dei due carabinieri vittime di un agguato mentre erano in caserma

Ricordate dai carabinieri le vittime della Strage di Alcamo Marina di 45 anni fa. In quella notte del gennaio del 1976 il diciannovenne Carmine Apuzzo, originario di Castellammare di Stabia, entrato nelle fila dell’Arma da appena un anno e l’appuntato Salvatore Falcetta, trentacinquenne di Castelvetrano, furono sorpresi nel sonno da malviventi che si introdussero nello stabile della casermetta “Alkamar” dopo aver forzato la porta mediante con la fiamma ossidrica. I due militari furono crivellati di colpi mentre dormivano.La scoperta avvenne all’alba, quando gli uomini della scorta dell’allora segretario del Msi Giorgio Almirante, nel transitare lungo la strada statale che costeggia la località turistica, notarono la porta della caserma completamente divelta: all’interno i corpi dei due carabinieri.

Continua a leggere