Seguici sui Social


Politica

Cimmino a La7: “Noi sindaci lasciati da soli dal governo Conte”

Pubblicato

il


Continua a chiedere la zona rossa per Castellammare. Gaetano Cimmino ha lanciato un appello nazionale anche attraverso LA7, in diretta tv: “Noi sindaci siamo stati lasciati soli da un Governo nazionale che non ha saputo mostrare la sua autorevolezza. Oggi ho ribadito questo concetto nel corso del programma L’aria che tira La7, portando le esigenze della mia città alla ribalta nazionale.

La curva dei contagi cresce in maniera esponenziale nella mia città e l’ospedale San Leonardo è al collasso. Nonostante ciò, ci ritroviamo in zona gialla e al centro di uno scontro politico tra Governo e Regione.

La tutela della salute dei cittadini è prioritaria. E c’è bisogno di scelte coraggiose per fronteggiare una crisi sanitaria e socio-economica che non ha precedenti”.


Pubblicità

Politica

Raid alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata, il sindaco va su tutte le furie

Cimmino in versione sceriffo: “Tolleranza zero contro i vandali”

Pubblicato

il

Raid notturno alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata. Il sindaco Gaetano Cimmino va su tutte le furie e annuncia tolleranza zero contro i vandali: “Non ne possiamo più delle mele marce che si ostinano a non voler bene a questa città, con gravi ricadute su tutti i cittadini di Castellammare di Stabia. Questa notte ignoti hanno danneggiato la Fontana dei Tritoni, oggetto di restyling ed inaugurazione appena pochi giorni fa, ed i bagni pubblici. In entrambi i casi i nostri operai sono già al lavoro per ripristinare il tappo della cassetta di diramazione idraulica della Fontana ed i raccordi idraulici che forniscono acqua agli orinatoi. Gli episodi sono stati prontamente denunciati alle forze dell’ordine. L’attenzione alla quotidianità che la mia amministrazione sta mettendo in campo ha subito degli attacchi. Basta. Non faremo sconti a nessuno. Ricordo solo a questi vandali che il danneggiamento di beni pubblici di interesse storico o artistico ovunque siano ubicati è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni secondo l’art. 635 del Codice Penale”.

Continua a leggere

Trending