Seguici sui Social

Calcio

Pasquale Padalino: “Il Palermo anche senza panchina è temibile, ma noi siamo la Juve Stabia!”

Pubblicato

il


Mister Pasquale Padalino ha presentato l’importante match di domani contro un Palermo in piena crissi Covid. Guai, però, a sottovalutare l’impegno.

“Tra gli indisponibili c’erano i nomi noti e restano tutti indisponibili per domani. Lia sta iniziando ad allenarsi con il gruppo ed è una notizia importante. Per il resto non recupera nessuno. Che partita mi aspetto domani? Il Palermo nonostante tutto contro il Catania ha giocato benissimo, si è compattato nella difficoltà. Il punto nel derby è stato meritato. Da parte nostra deve esserci questa consapevolezza: dobbiamo stare attenti e andare oltre le nostre possibilità.

Nel nostro percorso abbiamo incontrato le squadre che giocheranno per vincere il campionato e domani sarà per noi un’ulteriore prova. In un campionato dove non conta solo la tattica e la tecnica ma anche le difficoltà del periodo. Domani dovremo cercare di sbagliare poco e cercare di finalizzare il più possibile. Così facendo miglioreremo partita dopo partita tutte le nostre defezioni e aumenteremo la nostra autostima.

Il Palermo ha dalla sua il nome. E non so quanti dei miei hanno mai avuto la possibilità di giocare contro questa squadra. Ma a prescindere da tutto, noi siamo la Juve Stabia e dobbiamo dimostrarlo in campo. I test contro gli avversari sono importanti solo se noi ci comportiamo da Juve Stabia. Il Palermo ha dimostrato di essere squadra anche in 11 componenti.

LEGGI  La Juve Stabia pareggia a Frosinone: decisivi gli errori arbitrali

La settimana è stata anomala come le altre. Non possiamo preparare le gare al meglio e dopo una partita come quella contro il Bari non è facile soprattutto dal punto di vista psicologico. In questo modo dobbiamo per forza trascurare qualche dettaglio, in una settimana tipo questo non accadrebbe sicuramente. La condizione è buona ma non ottimale.

Il derby con la Turris è sempre importante. Non occorrono molte parole per preparare queste partite, è una rivalità storica e lo sappiamo. I giocatori sanno cosa significa questa gara. Ma la priorità ora è la partita di domani contro il Palermo, poi penseremo al derby. La voglia dei calciatori, però, di confermare di essere la Juve Stabia rappresenta una grossa responsabilità. “


Calcio

Impresa storica della Juve Stabia: Palermo distrutto 4-2

Pubblicato

il

Impresa storica della Juve Stabia: Palermo distrutto 4-2

Impresa incredibile della Juve Stabia al Renzo Barbera di Palermo: termina 4-2 per i ragazzi di mister Padalino grazie alle reti di Berardocco, Fantacci e doppietta di Marotta. Per i rosanero doppietta di Luperini. Una vittoria dal sapore storico, tre punti che rilanciano nuovamente la Juve Stabia in classifica.

Una prova di forza di quelle importanti, soprattutto per le tante assenze per questa trasferta: Cernigoi, Orlando, Garattoni, Vallocchia e Troest solo per citarne alcuni. Tutti titolari di una squadra che, però, non ha avuto alcun timore e nessuna paura di andare a Palermo e provare a compiere l’impresa. Impresa che già dopo i primi 7 minuti sembrava un vero e proprio Everest da scalare, quando Russo e Berardocco regalano letteralmente il gol del vantaggio ai padroni di casa. Un inizio schock, una mezz’ora scarsa di solo Palermo in campo. Poi è lo stesso Berardocco, con la fascia al braccio, a suonare la carica e a pareggiare il match con un mancino forte e preciso.

LEGGI  La Juve Stabia non muore mai: una magia di Di Gennaro regala il pari a Pisa

Da lì in poi le Vespe hanno preso consapevolezza e hanno fatto una partita attenta e super cinica in avanti. La ripresa, infatti, è un festival del gol: prima Fantacci, bravissimo in ripartenza e a chiudere un triangolo con l’interessante Guarracino; poi è Marotta show con una doppietta in pochissimi minuti. A pochi istanti dal termine del match, Luperini trova il gol del 2-4 quando però manca troppo poco. Da segnalare l’espulsione di Lucca al 95esimo. La Juve Stabia compie un’impresa, c’è poco da aggiungere.

Continua a leggere