Seguici sui Social

Cronaca

Restrizioni, la resa di Mammamia: “Chiudiamo, così non si può lavorare”

Pubblicato

il


Il Ristorante Pizzeria sul Lungomare Garibaldi chiude. Il delivery? Un surrogato

Castellammare di Stabia.   «Potremmo svolgere il Delivery, ma la nostra fisionomia non è per questo  solo servizio». Inizia così il post dei proprietari di Mamma Mia ormai noto ristorante sul Lungomare di Castellammare di Stabia che si sono arresi davanti a tutte le restrizioni imposte dalle norme anticovid decidendo autonomamente di sospendere la propria attività. Con le ultime restrizioni e la Campania in zona rossa i ristoranti possono svolgere solo attività di asporto e consegna. «Ci siamo illusi che potevamo accontentarci di questo surrogato – scrivono – ma non fa per noi.  Ci è bastata questa mezza giornata, malgrado le tante richieste di consegne dei nostri clienti, per guardarci in faccia e decidere che è arrivato il momento di decidere per noi… per decidere la chiusura.  Non è una scelta per snobbare il delivery, ma una scelta per non tradire la fisionomia del Mamma Mia, non ci riconosciamo in questo modo di lavorare, in questo modo di sopravvivere… In un decreto antiristoratori, dove quasi tutti possono fare tutto come sempre (e siaml felicissimi per loro) e noi… I più tartassati, quelli con più regole da rispettare, quelli più soggetti agli sguardi e ai giudizi dei tuttologhi, no.  Ci rivediamo appena ci diranno di poter tornare noi stessi… e quel giorno saremo più carichi di sempre. Un abbraccio a chi sta male, a chi ci affianca ogni giorno lavorando alacremente con la nostra famiglia… e a tutti voi clienti. Vogliamoci sempre bene». Emilio D’Averio


SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK CLICCANDO QUI

LEGGI  Lite tra ragazze dopo serata in un locale finisce nel sangue: arrestata 22enne. L'episodio la scorsa estate

 


Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Covid, in Campania 2560 nuovi positivi. I deceduti nelle ultime 24 ore 13

Pubblicato

il

Sono 2.560 i nuovi casi di coronavirus emersi nelle ultime 24 ore in Campania (di cui 351 casi identificati da test antigenici rapidi). Dei 2.560 nuovi positivi, 185 sono risultati sintomatici. I tamponi analizzati oggi sono 24.393 (di cui 4.521 antigenici). La percentuale di tamponi positivi sul totale dei tamponi analizzati è pari al 10,49%. Il totale dei positivi in Campania dall’inizio dell’emergenza Covid è di 285.221 (di cui 8.405 antigenici), i tamponi complessivamente processati sono 3.091.099 (di cui 136.690 antigenici). Nel bollettino odierno diffuso dall’Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 13 nuovi decessi, tutti avvenuti nelle ultime 48 ore. Il totale dei decessi registrati in Campania dall’inizio della pandemia da Covid-19 è 4.464. I guariti di oggi sono 385, il totale dei guariti sale così a 191.162. In Campania sono 145 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva, 3 in meno rispetto al dato diffuso ieri. I pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza sono 1.396, con un aumento di 11 unità rispetto a ieri.

Continua a leggere