Seguici sui Social

Politica

Scuole accorpate, il pasticcio che fa perdere autonomia a due istituti

Pubblicato

il


Il pasticcio è servito. Per salvare una scuola, si consente far perdere l’autonomia ad altri due istituti. La delibera della discordia è stata approvata dalla giunta Cimmino ed è destinata a generare un vortice di polemiche.
Tutto nasce dalla richiesta della Bonito-Cosenza che rischia di perde l’autonomia, finendo sotto la soglia dei 600 iscritti. Da qui l’idea di accorpare la Bonito con il plesso San Giovanni Bosco del San Marco. Una manovra che, non solo non assicura la «salvezza» alla Bonito-Cosenza (almeno 600 alunni), ma significa sicuramente la «retrocessione» del III Circolo (Cicerone) con la perdita dell’autonomia e quindi di una dirigenza scolastica.
Il tutto suggerito da una lettera di tre dirigenti scolastiche all’insaputa degli altri colleghi. Insomma, un blitz prima del week end che avrebbe determinato la nuova geografia degli istituti scolastici stabiesi. Scontentando ancora una volta tutti. Ma in particolare tutti plessi del quartiere San Marco.

Daniele Di Martino


Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Giunta ancora in alto mare: Cimmino tenta la carta De Angelis. In corsa anche l’ex assessore Coppola

Pubblicato

il

de Angelis, Mercatelli e Nastelli

Anche il week end è scivolato via, tra incontri e guerre di posizionamento, senza scoprire i volti della nuova giunta. Le indiscrezioni fatte trapelare da Palazzo Farnese, circa un imminente annuncio, si sono rivelate nuovamente inattendibili. Si va avanti ad oltranza e il rebus è sempre di più difficile soluzione per il sindaco Gaetano Cimmino. Il primo cittadino ha deciso per escludere Michele Sanzone dalla giunta, un passo che avrà ripercussioni sulla tenuta della maggioranza. I consiglieri Dc potrebbero a questo punto abbandonare il centrodestra. E allora è partita la caccia alle stampelle della maggioranza. All’occorrenza, Cimmino potrà contare su Laura Cuomo, che per ora non diventerà organica al centrodestra. Poi c’è l’opzione Tina Donnarumma, che ha ormai dichiarato di voler rientrare con la sua Lega in maggioranza. Ma l’ultimo tentativo, andato in scena proprio nel week end, è l’offensiva partita per convincere Massimo de Angelis a rientrare nel centrodestra. Per la buona riuscita dell’operazione, sono scesi in campo i big di Forza Italia.

Ieri mattina, per le vie del centro, Antonio Pentangelo e l’imprenditore Biagio Vanacore sono stati notati in compagnia di esponenti della maggioranza. L’obiettivo, in queste ore, è di far rientrare nel centrodestra Massimo de Angelis, che non avrebbe ancora dato il proprio assenso all’operazione, dopo che è stato candidato proprio contro Cimmino nel 2018 per la coalizione trainata dal Pd.

Un ritorno di fiamma che, però, avrebbe ripercussioni sulla giunta attualmente disegnata dal sindaco Cimmino. Sull’altare dell’accordo con de Angelis, infatti, il sindaco sarebbe pronto a sacrificare Fulvio Calì. A questo punto il nome più accreditato per guidare l’assessorato all’Urbanistica diventerebbe Antonio Coppola, architetto collega di studio del sindaco Cimmino, ma soprattutto ex assessore della giunta Bobbio, quando Cimmino era presidente del consiglio comunale.

Daniele Di Martino

LEGGI  Diaspora in Forza Italia, Annarita Patriarca: "De Siano ha fallito, lasci il coordinamento"
Continua a leggere