Seguici sui Social



Ultime Notizie

Catanzaro-Juve Stabia, quel 3-0 e il cucchiaio di Giannone i dolci ricordi gialloblu’

Pubblicato

il

foto Eleven Sports
PUBBLICITA


Juve Stabia ospite del Catanzaro sabato pomeriggio. Gli ultimi due precedenti sorridono alle Vespe

Sabato pomeriggio la Juve Stabia sarà ospite del Catanzaro allo stadio Ceravolo. Un match sempre carico di emozioni con due tifoserie caldissime e sempre protagoniste sugli spalti. Questa volta, però, lo stadio sarà desolatamente vuoto. Gli unici protagonisti saranno i calciatori che scenderanno in campo per cercare di portare a casa tre punti importantissimi. Per le Vespe vincere a Catanzaro significherebbe iscriversi ufficialmente al campionato dei grandi. Sarebbe una spinta clamorosa per il prosieguo della stagione. I precedenti sorridono proprio ai ragazzi di Padalino: l’ultimo incontro disputato in terra calabrese finì addirittura 3-0 per Mastalli e compagni. Mentre l’ultimo match disputato tra le due squadre fu al Romeo Menti un anno e mezzo fa. Partita caratterizzata dal famoso cucchiaio di Giannone che nel finale regalò un punto preziosissimo alla Juve Stabia.

Catanzaro e Juve Stabia in totale si sono affrontate 26 volte in campionato: 8 vittorie per i gialloblu, 7 affermazioni giallorosse e 11 pareggi. 30 a 27 per le aquile il computo dei gol realizzati. L’ultimo incontro tra i due club è datato 13 febbraio 2019 allo stadio “Romeo Menti” terminato a reti inviolate ma caratterizzato dal rigore sbagliato per i giallorossi dall’ex numero dieci Giannone a cinque minuti dal termine del match, facendosi neutralizzare un improbabile cucchiaio da Branduani, ora divenuto l’estremo difensore titolare del Catanzaro. Nei 13 precedenti al “Ceravolo” 5 successi della squadra dei Tre Colli, 5 pareggi e 3 vittorie dei campani.18 a 13 per le aquile il computo dei gol realizzati. L’ultima sfida tra le due compagini all’ex “Militare” risale a due stagioni fa, terminata 3-0 in favore delle vespe grazie alle reti siglate da Allievi, Paponi su rigore e Mastalli. (Fonte weboggi.it)


Politica

Parco Lattari, il Pd stabiese in missione da Mastursi per “tagliare” il pupillo di De Luca. Spunta l’ipotesi Corrado

Pubblicato

il

Non solo un documento, ma anche una visita a Palazzo Santa Lucia per mettere le cose in chiaro. L’oggetto è il rinnovo della carica di presidente dell’ente Parco dei Monti Lattari, sinora ricoperta (anche oltre la scadenza naturale del mandato) dal pupillo di De Luca, Tristano Dello Ioio. La missione del Pd stabiese ha come obiettivo quello di aprire un dialogo ed essere un soggetto interlocutore del presidente della Regione. Quale migliore occasione, in prossimità della nomina all’Ente Parco. Così una delegazione dem è partita alla volta di Santa Lucia ed ha avuto – secondo i bene informati – un colloquio con Nello Mastursi, capo della segreteria di De Luca. I democrat vogliono essere sicuri che non arrivi il rinnovo della carica a Dello Ioio, con cui i rapporti non sono mai stati dei migliori. Non ultima la recente polemica sui migranti sbarcati a Nerano e la dichiarazione “non possiamo accoglierli tutti” di Dello Ioio che fece infuriare il Pd stabiese, ma anche tutti i circoli dem dei Monti Lattari. Ma, soprattutto, i dem vogliono essere sicuri di non ritrovarsi Dello Ioio in corsa per la designazione del candidato sindaco nel 2023.

Così iniziano a trapelare anche i primi nomi di potenziali successori del pupillo di De Luca. Tra questi c’è Nicola Corrado, ex vicesindaco e assessore all’Ambiente, ora ispiratore di tante iniziative per rilanciare il Faito, tanto da essere ribattezzato ormai il “sindaco di Faito”. Un nome che potrebbe mettere tutti d’accordo.

Daniele Di Martino

Continua a leggere