Seguici sui Social

Calcio

Juve Stabia, Padalino: “Le parole di Langella? Siamo tutti in discussione”

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Tempo di vigilia in casa Juve Stabia. Domani ci sarà il Potenza per i ragazzi di mister Padalino. Proprio quest’ultimo ha presentato il match e ha parlato anche delle parole del presidente Langella:

“Le parole del presidente? In realtà ai ragazzi abbiamo sempre chiesto il massimo, anche in condizioni non ottimali. I miei ragazzi hanno sempre provato a dare tutto, non sempre ci sono riusciti. Anche io sono in discussione perché le sorti della squadra dipendono da me. Il presidente ha detto bene, ognuno si prenderà le proprio responsabilità, compreso lui. Allenatore, dirigenza e presidenza sono in discussione e se non si raggiungeranno gli obiettivi ci siederemo per discuterne.

Gli infortuni? Golfo e Fantacci hanno recuperato, così come Troest dopo 5 settimane. Avremo fuori Garattoni per squalifica, Rizzo, Mastalli, Cernigoi. Anche domani dovremo cercare di fare il meglio per affrontare le difficoltà.

Obiettivo? Oggi che ho la squadra al completo e al top, la conosco meglio da quando siamo partiti, posso dire che questa è una squadra che può porsi un obiettivo. Ascoltando anche le dichiarazioni di tanti addetti ai lavori, molti non hanno inserito la Juve Stabia nelle prime posizioni, noi siamo convinti di poterci giocare le nostre carte. Dobbiamo migliorare, certo, dobbiamo essere più cinici ma la mia squadra può giocarsela con tutti.

Le parole del presidente potrebbe essere uno sprono per noi, è giusto che un presidente chieda questo. Sulla pressione eravamo consapevoli, perché questa è una piazza esigente e perché questa società veniva da una retrocessione. Personalmente sono soddisfatto di quanto fatto fino a oggi. Le parole di Andrea Langella devono aiutarci per continuare a crescere e poter recitare una parte importante in questo campionato.

Le 5 vittorie chieste dal presidente non so quanto siano realisticamente possibili. Si possono fare, ma sicuramente non si può stravincere ad oggi contro determinate squadre in queste condizioni. Credo che il presidente si accontenti anche “solo” di vincere.

Onestamente quando determinate pressioni arrivino dalla società mi sento vivo. Io questa pressione l’ho vissuta in maniera serena questa settimana, così come il mio staff e la mia squadra. Ripa? Sta crescendo di condizione. E’un giocatore cos’ esperto che riuscirà sicuramente a gestirsi.

Non so se potrò schierare Lia dal primo minuto al posto di Garattoni. Domani valuterò, altrimenti dovrò utilizzare un piano B per quanto riguarda questa situazione.

Il Potenza? Non mi fido mai quando alcune squadre che attraversano momenti difficili. In questo caso extracalcistici e mando un mio abbraccio al loro presidente per ciò che gli è successo. Domani dovremo battere colpo sul colpo e provare a vincere la prima delle 5 partite.

Giustissimo ricordare Paolo Rossi, ha lasciato il segno nel calcio mondiale. Per noi italiani è stato indimenticabile in quel mondiale nel 1982. E’ stato una persona umile sempre pronto a mettersi a disposizione per il compagno. Come con Maradona perdiamo un pezzo importante di storia.”


Calcio

Juve Stabia-Ternana: lo spettacolo è servito

Domani pomeriggio la Juve Stabia ospiterà al Romeo Menti la capolista Ternana. Ultima partita del girone d’andata

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Domani pomeriggio big match al Romeo Menti: Juve Stabia-Ternana promette spettacolo

Domani pomeriggio la Juve Stabia ospiterà al Romeo Menti la capolista Ternana. Ultima partita del girone d’andata (le Vespe devono però recuperare il derby con la Casertana), l’esame di fine semestre. La prova più difficile per gli uomini di Padalino, vogliosi però di riscattare il pareggio maturato nel finale a Foggia. Il match tra le due compagini dovrebbe essere davvero spettacolare: la miglior squadra del girone C, miglior attacco e miglior difesa contro la squadra che in questo girone d’andata ha creato di più in zona gol senza però concretizzare la maggior parte delle occasioni create. Ed è questa la chiave di lettura, questo è il dato che distanzia così tanto le due squadre in classifica.

Una è prima, l’altra è decima. Se la Juve Stabia avesse segnato almeno la metà delle occasioni create, a quest’ora sarebbe nelle zone altissime della graduatoria a dare fastidio proprio alla squadra di Lucarelli. Senza girarci troppo intorno, domani al Menti si affronteranno le due squadre “migliori”. E molto probabilmente la banda di Padalino è l’unica squadra che potrebbe togliere i tre punti alla Ternana (che non perde da 10 mesi).

Perché? Per il modo di interpretare le gare. Perché la Juve Stabia dal punto di vista del palleggio e dell’idea di gioco è l’unica, rispetto a tutte le altre, degna di affrontare ad armi pari la più forte. Diciamo questo perché ormai siamo arrivati al giro di boa e la Juve Stabia le ha affrontate tutte. Nessuna squadra ha schiacciato le Vespe in campo, nessuna ha dominato. Anzi, praticamente in tutte le partite sono stati proprio gli stabiesi ad avere sempre il pallino del gioco in mano. Anche contro squadre come Bari, Avellino, Catanzaro e ultimo il Foggia. E fino ad oggi la Ternana non ha mai affrontato una squadra con queste specifiche caratteristiche. Lo stesso tecnico della Ternana, Cristiano Lucarelli, ha affermato questo concetto nella conferenza di vigilia: “La Juve Stabia, dal punto di vista del gioco, è stata continua: la classifica non è proporzionata al gioco che esprimono. Se c’è stato qualche passaggio a vuoto è stato solo per via dei risultati. Li ho visti giocare contro il Foggia: hanno dominato per 80 minuti con una squadra giovane. E’ una squadra che se prendi nel modo sbagliato, ti fa male. Una squadra che ha tutte le caratteristiche per farci male. Ci sono tutti i presupposti perché possiamo aspettarci una gara ardua”

Con personalità e voglia di azzannare l’avversario, la Juve Stabia potrebbe fare un colpaccio che la rilancerebbe non solo in termini di classifica ma soprattutto alzarebbe il morale alle stelle per il girone di ritorno. Domani sarà un grandissimo banco di prova per gli uomini di Padalino, ma soprattutto sarà la partita attraverso la quale la Juve Stabia potrebbe fare definitivamente il salto di qualità. Occasioni da gol fallite permettendo.

Continua a leggere

Trending