Seguici sui Social

Cronaca

Maltempo, allarme dissesto idrogeologico nel centro antico: crollano muro e scalinata

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Due cedimenti negli ultimi giorni che fanno riaccendere il problema dissesto idrogeologico

Castellammare di Stabia. I danni del maltempo non risparmiano Castellammare di Stabia dove negli ultimi giorni si sono verificati due eventi importanti che riportano alla luce la questione del dissesto idrogeologico nel Centro Antico. Proprio nell’area vecchia della città, in Via Scuscelle al Cognulo, è venuto giù un muro di diversi metri e parte della scala che collega il centro antico con la zona alta della città. Non è la prima volta che si verificano crolli dovuti dal maltempo, proprio alcuni giorni fa il comune ha liquidato un’impresa che si è occupata del ripristino di un muro di contenimento lungo via Quisisana venuto giù proprio a causa del maltempo. La denuncia dell’episodio in un gruppo social cittadino dove gli stessi residenti lamentano ancora una volta l’assenza di manutenzione e di attenzione da parte dell’amministrazione comunale nonostante le segnalazioni. «Questa è l’ unica stradina a piedi che dalla chiesa di santa Rita si può andare al centro antico» scrive l’autore del post Vincenzo Izzo. «Abbiamo comunicato al comune già diverse volte perché manca anche la luce in queste strade ,ma nessuno se ne frega».


Cronaca

Superato il milione di vaccinati: Campania prima regione ma De Luca attacca: “Distribuzione squilibrata”

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Il Governatore: “Nostro sistema sanitario efficiente, ma la distribuzione delle dosi è squilibrata”

Tocca quota 1.072.086 il numero delle vaccinazioni somministrate fino a oggi, secondo i dati diffusi dal Ministero della Salute, e aggiornati a questa sera. Vaccino inoculato a 672.362 donne e 399.724 uomini. I destinatari sono operatori sanitari e sociosanitari (745.651), personale non sanitario (230.461) e ospiti delle strutture sanitarie (95.974). La Campania resta la prima regione d’Italia con 98.505 somministrazioni di Vaccini, su 101mila 145 dosi consegnate fino ad ora, ovvero il 97,4 per cento. Per fasce di età 10.259 dosi sono state somministrate nella fascia di età tra i 20 e i 29 anni; 17.136 nella fascia di età che va dai 30 ai 39 anni; 19.035 sono state somministrate nella fascia di età tra i 40 e i 49 anni; 25.867 nella fascia di età tra i 50 e i 59 anni; 21.547 nella fascia di età che va dai 60 ai 69 anni. “Questo – commenta De Luca – è una cosa che deve farci inorgoglire perché dimostra l’efficienza del nostro sistema sanitario. Ma la sfida più importante, quasi al limite della follia, è  di diventare per fine anno la prima regione d’Italia e d’Europa ad uscire fuori dall’epidemia, ovvero completare la vaccinazione per tutti i campani. La distribuzione dei Vaccini in Italia è squilibrata – ha spiegato De Luca – abbiamo avuto meno Vaccini di quanti ne dovessimo avere in base alla popolazione campana; dobbiamo dunque recuperare una quota in più di Vaccini, ma abbiamo dimostrato di essere molto efficienti”.
I numeri delle regioni. Abruzzo (76,7%), Basilicata (53,4%), Calabria (45,9%), Campania (97,4%), Emilia-Romagna (85,1%), Friuli Venezia-Giulia (75,2%), Lazio (73%), Liguria (64,3%), Lombardia (72,2%), Marche (77,8%), Molise (65,5%), Provincia autonoma Bolzano (72,2%), Provincia di Trento (64,9%), Piemonte (77,5%), Puglia (73,5%), Sardegna (64,3%), Sicilia (71,7%), Toscana (80,4%), Umbria (82,4%), Valle d’Aosta (79%), Veneto (83,5%).

Continua a leggere

Trending