Seguici sui Social

Politica

Il sindaco Cimmino lancia l’allarme: «Non ho dati certi sui contagi». E scrive al ministro e al governatore De Luca

Pubblicato

il


Il sindaco Cimmino lancia l’allarme sui contagi. Dopo aver incontrato gli studenti delle scuole superiori, che chiedono garanzie per poter rientrare in classe, il primo cittadino scrive all’Asl, al ministro Speranza e al governatore De Luca per chiedere dati certi sull’emergenza sanitaria: «In assenza di informazioni precise sulla diffusione del contagio in città, scatteranno misure più restrittive – fa sapere Gaetano Cimmino –  Ho incontrato stamattina una delegazione di studenti delle scuole secondarie di II grado di Castellammare di Stabia, preoccupati per la ripresa imminente della didattica in presenza, a fronte della difficoltà nell’evitare assembramenti sia nelle aree di ingresso e uscita degli studenti sia nei mezzi pubblici. A loro ho spiegato di aver inviato una lettera al direttore generale dell’Asl Napoli3 Sud Gennaro Sosto, al ministro della Salute Roberto Speranza e al governatore Vincenzo De Luca, per chiedere l’invio urgente dell’indice Rt del contagio a Castellammare e un aggiornamento sull’attuale numero dei positivi al Covid-19 in città, come avevamo già ripetutamente richiesto nelle scorse settimane. Tale informazione è necessaria per consentirmi, in qualità di massima Autorità Sanitaria cittadina, di valutare la disposizione di un’opportuna ordinanza, al fine di tutelare la pubblica e privata incolumità e la salute dei miei cittadini, con particolare riferimento alle modalità per la ripresa della didattica in presenza. Non posso permettere che i cittadini, e soprattutto la platea scolastica, siano esposti a rischi per la salute».


Politica

Il sindaco vara la «zona rossa rafforzata»: divieto di circolazione per i giovani

Pubblicato

il

La definisce «Zona Rossa rafforzata», per via di ulteriori restrizioni rispetto alla «classica» zona rossa voluta dal governo Draghi. Il sindaco Gaetano Cimmino firma un’altra ordinanza e mette limitazioni addirittura per i giovani. Dalle 18 alle 20 gli under 24 non potranno nemmeno circolare. Una clamorosa restrizione che rischia di creare polemiche.
In ogni caso, il sindaco spiega di aver preso questa decisione con i sindaco di Gragnano e Santa Maria la Carità: «Tra i principali provvedimenti il divieto di circolare sul territorio comunale per i giovani dai 14 ai 24 anni. Ho appena firmato una nuova ordinanza, a seguito di un approfondito confronto con i sindaci dei Comuni limitrofi, valida da sabato 6 marzo e fino a domenica 14 marzo 2021».
Ecco in sintesi tutti i provvedimenti: dalle ore 18 alle ore 20 di ogni giorno è fatto divieto ai giovani tra i 14 ed i 24 anni di circolare sul territorio. Per i minorenni che dovessero spostarsi per motivi di necessità o salute sarà obbligatorio avere con sé l’autocertificazione firmata dai genitori o dai tutori. Dalle ore 20 alle 5 del giorno successivo, per la totalità della popolazione, sono consentiti esclusivamente gli spostamenti motivati da lavoro, necessità e salute. L’attività degli esercizi commerciali di vendita al dettaglio è consentita fino alle ore 18.
Chiusi i mercati rionali dei quartieri San Marco e Savorito mentre restano consentite le attività di vendita all’ingrosso del mercato ortofrutticolo di via Virgilio. Asporto consentito dalle ore 5 alle ore 18 mentre la ristorazione con consegna a domicilio è consentita dalle ore 18 fino alle ore 22. Restano chiusi la villa comunale e gli arenili.
«Ho concertato diversi provvedimenti con i Comuni a noi limitrofi affinché l’area di azione e di incisioni risulti quanto più efficace possibile – chiarisce Cimmino – Nelle prossime ore diffonderemo un’utile infografica per la cittadinanza, completa degli eventuali provvedimenti conseguenti all’entrata della Campania nella Zona Rossa».
Daniele Di Martino

Continua a leggere