Seguici sui Social


Politica

Via De Gasperi, arriva la prima licenza edilizia: case al posto di un capannone. Scala: “Inizia il saccheggio della città”

Pubblicato

il


Case fronte mare al posto di un capannone dismesso. E’ la prima volta che su via De Gasperi il Comune rilascia una licenza per costruire abitazioni. I lavori sono già a buon punto nell’edificio poco distante da Marina di Stabia e Meridbulloni. Tanto che sui portali web dedicati alla compravendita di abitazioni, campeggia da tempo anche un annuncio. Si arriva quindi a una svolta, anche se si crea un precedente destinato a far discutere la politica cittadina. Da anni si attende un masterplan per rilanciare l’area e mettere i giusti paletti edilizi. Tutto questo non è mai avvenuto. Ma intanto si rilasciano licenze per costruire case, ancora altre case, in un territorio ormai saturo.

Sulla questione, anticipata da StabiaNews.it (MARINA DI STABIA E VIA DE GASPERI, TUTTO DA RIFARE. NON PUO’ DECIDERE SEMPRE E SOLO LA MAGISTRATURA), interviene Tonino Scala: “Inizia il sacco alla città. Si rilasciano concessioni a costruire su via De Gasperi. Un brutto precedente, mentre la città discute di strumenti urbanistici, non avendo messo, come avevamo chiesto, un punto fermo su via Alcide De Gasperi, si rilasciano concessioni, legittime sia ben chiaro, visto il vuoto che il consiglio comunale ha scientemente voluto lasciare, per costruire case. C’è una responsabilità politica che apre un varco sull’unica zona dove è possibile programmare seriamente il futuro di Castellammare, il resto son chiacchiere. Questo precedente legittima tutti gli altri siti ex industriali a fare la stessa cosa. Avremo, se non si interviene ad horas, decidendo di decidere una volta per tutte, una nuova città nella città, case su case che serviranno solo a chi ha una proprietà di fare profitto, ma… non di sole case vive l’uomo. Bisogna creare opportunità lavorative e lì ci sono le uniche aree libere da poter utilizzare in questa chiave. Lì ci sono gli unici siti dove è possibile pensare al futuro, ma ormai, da troppo tempo abbiamo smesso di pensare: è più facile. Ora capisco anche gli attacchi preventivi. Le minacce? Le armi di distrazioni di massa? Con me non attaccano. Così state uccidendo anche il futuro. Un capolavoro fatto con una maestria unica, celata da pressapochismo”.

Daniele Di Martino


Pubblicità

Politica

Raid alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata, il sindaco va su tutte le furie

Cimmino in versione sceriffo: “Tolleranza zero contro i vandali”

Pubblicato

il

Raid notturno alla Fontana dei Tritoni appena inaugurata. Il sindaco Gaetano Cimmino va su tutte le furie e annuncia tolleranza zero contro i vandali: “Non ne possiamo più delle mele marce che si ostinano a non voler bene a questa città, con gravi ricadute su tutti i cittadini di Castellammare di Stabia. Questa notte ignoti hanno danneggiato la Fontana dei Tritoni, oggetto di restyling ed inaugurazione appena pochi giorni fa, ed i bagni pubblici. In entrambi i casi i nostri operai sono già al lavoro per ripristinare il tappo della cassetta di diramazione idraulica della Fontana ed i raccordi idraulici che forniscono acqua agli orinatoi. Gli episodi sono stati prontamente denunciati alle forze dell’ordine. L’attenzione alla quotidianità che la mia amministrazione sta mettendo in campo ha subito degli attacchi. Basta. Non faremo sconti a nessuno. Ricordo solo a questi vandali che il danneggiamento di beni pubblici di interesse storico o artistico ovunque siano ubicati è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni secondo l’art. 635 del Codice Penale”.

Continua a leggere

Trending