Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, altro raid in centro: furto in un negozio di parrucchieri

Pubblicato

il


Derubato un negozio di parrucchieri e smontate componenti di un’auto in via Silio Italico

Castellammare di Stabia. Dopo qualche giorno di tregua ritornano i furti ai danni delle attività commerciali della città. Sempre in zona centro e questa volta è toccato ad un negozio di parrucchieri di Corso Vittorio Emanuele. Lo stesso negozio diversi mesi fa fu oggetto di furto con scasso. Sul posto le volanti del commissariato di Castellammare di Stabia per i rilievi del caso. Si è persa ormai la conta delle attività commerciali colpite da un ladro seriale che da un anno quasi riesce, indisturbato, a danneggiare i piccoli imprenditori stabiesi già alle prese con l’emergenza Covid. Non solo, questa notte registrato anche un furto di parti di carrozzeria di un’auto parcheggiata in via Silio Italico. La città continua ad essere fuori controllo sia di giorno ma soprattutto di notte.  ” Non basta – scrive sui social il titolare – evidentemente denunciare alle forze dell’ordine con tanto di video allegato, non bastano ordinanze di misura cautelare prontamente violate ed evidentemente non è sufficiente il controllo sul territorio operato dallo stato. Ancora una volta l’onesto cittadino rimane privo di qualsivoglia tutela”. emidav

LEGGI  Emergenza Covid a Pompei, Sindaco sotto accusa: "Mancano i controlli"

Cronaca

GRAGNANO | Revocato lo sciopero dei netturbini

Pubblicato

il

In accordo con le sigle sindacali, è stato revocato lo sciopero programmato inizialmente il 25 febbraio 2021 nelle città di Afragola, Gragnano, Ercolano, Nola, San Giorgio a Cremano. “La Buttol Srl ringrazia le parti sociali per aver intrapreso un nuovo percorso condiviso, fondato sulle politiche di rigore e di rispetto delle regole, portate avanti dall’Azienda senza alcuna esitazione – fa sapere l’azienda- Il nuovo management della Buttol Srl, con in prima linea il direttore generale Avv. Gerardo Calabrese, l’ing. Francesco Iacotucci e il dott. Luca Di Monte, coordinati dal presidente del Cda Gen. Franco Mottola, ha intrapreso un nuovo percorso nelle relazioni sindacali nel solco della legalità già tracciato.
Oltre ai diversi aspetti operativi e relativi alla sicurezza sul lavoro, è stata dichiarata tolleranza zero verso i dipendenti ritenuti «infedeli» che danneggiano l’immagine non solo dell’azienda ma anche dell’intera categoria.
Discorso diverso per Torre del Greco, i cui dipendenti non hanno revocato lo sciopero per motivi legati alla retribuzione accessoria e non dovuta per contratto. Per evitare le 24 ore di astensione dal lavoro, i lavoratori chiedono più bonus e la revoca degli ultimi licenziamenti per giusta causa. Su questo fronte la Buttol non arretrerà di un millimetro: chi si macchia di reati e causa un danno all’Azienda e al Comune di appartenenza non riceverà sconti”.

Continua a leggere