Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare, rubato il simbolo della scuola Di Capua. L’appello del preside: “Restituitela”

Pubblicato

il



Il raid nella notte, l’amara scoperta questa mattina

Castellammare di Stabia. «Restituitela, regalate un sorriso ai bambini e ragazzi di questa città». E’ l’appello del Preside della Scuola Di Capua di Viale Libero d’Orsi dopo la scoperta del furto del tedoforo in bronzo all’ingresso dell’istituto. Quella statua, diventata il simbolo della scuola, era di notevole grandezza ed in bronzo. Questa notte ignoti si sono introdotti nella scuola, l’hanno smontata e portata via. L’amara scoperta questa mattina quando all’arrivo il personale scolastico ha trovato solo il piedistallo in marmo. E’ stato richiesto l’intervento dei carabinieri che hanno fatto i rilievi del caso. Lungo il perimetro sono presenti delle telecamere di videosorvegliaza che, se attive, potranno contribuire all’identificazione dei malviventi. E’ chiaro che si tratti di più persone vista la stazza della statua.

L’appello del preside

Il preside della scuola ha lanciato un appello chiedendo la restituzione del teodoforo.
«Sono senza parole, questo gesto ci lascia davvero amareggiati. La scuola – dice Iezza – è un baluardo di legalità, vita, speranza. Proprio in questa fase di lockdown rubarci la speranza è assurdo. Mi rivolgo ai responsabili: restituitela, regalate un sorriso ai bambini e ragazzi di questa città. Dimostrate che la vita è altro. Aspettiamo un gesto di buona volontà. Si può sbagliare, ma anche capire e cambiare»

Ennesimo raid in una scuola.
A Castellammare di Stabia per la seconda settimana consecutiva i malviventi fanno visita ad un’istituto scolastico. E’ accaduto infatti la scorsa settimana alla Scuola Denza in zona Ponte Persica. Fortunatamente i ladri sono riusciti a portare via nulla.

LEGGI: Castellammare, due tentativi di furto a scuola. La preside: abbandonati


Cronaca

Castellammare, 14enne insulta i carabinieri: denunciato

Pubblicato

il

Controlli straordinari in città: 11 sanzioni e quattro denunce dei carabinieri

Castellammare di Stabia. Operazione di controllo straordinario dei carabinieri a Castellammare di Stabia nella giornata di ieri dove sono state sanzionate 11 persone per violazione delle norme anticovid, nello specifico il mancato utilizzo della mascherina, e quattro denunce. I militari della compagnia stabiese insieme a quelli del Reggimento Campania hanno controllato 103 persone e 35 veicoli. Denunciato per minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale un 14enne del rione Moscarella e già noto alle forze dell’ordine: ha minacciato e insultato i militari cercando di sottrarsi al controllo.

LEGGI ANCHE:
Castellammare, dal Plinio Seniore una lettera a Draghi: «Riaprire significa vanificare tutti i nostri sacrifici»

Un incensurato di 19 anni, invece, dovrà rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio. In Via Traversa don Bosco è stato trovato in possesso di una stecca di hashish e 461 euro in banconote di piccolo taglio, somma ritenuta provento illecito. E ancora, un 33enne del posto è stato denunciato perché durante un controllo ha fornito ai militari false generalità. Infine un 45enne di Pompei è stato sorpreso alla guida di una moto da corsa nonostante non avesse mai conseguito la patente. Non sono mancate le sanzioni alla normativa anti-contagio: 11 le persone multate perché senza dpi. La metà di queste non aveva alcun motivo valido per essere in strada.

Continua a leggere