Seguici sui Social



Cronaca

Castellammare, due tentativi di furto a scuola. La preside: abbandonati

Pubblicato

il

Castellammare


«Chiedo da tempo telecamere, sistema di allarme e controlli ma non ho risposta»

Castellammare di Stabia. Chiede da anni l’installazione di una telecamera di videosorveglianza ed un sistema di allarme ma per ora si tratta solo di appelli inascoltati. A parlare è Fabiola Toricco preside della scuola Luigi Denza, istituto di periferia, che nell’ultima settimana ha subito due tentativi di furto in due notti consecutive. «Abbiamo provato – racconta intervenuta a MettiamoCi Comodi condotto da Ciro Serrapica su NotizieSera – una sensazione di amarezza accentuata dall’assenza dei ragazzi a scuola che sono in Didattica a distanza. Vedere che persone si sono introdotte per due notti – prosegue la docente – senza che questo abbia smosso le coscienze di qualcuno ci ha procurato un momento di amarezza e rabbia. Io segnalo due tentativi di furto e come se nulla fosse accaduto ma, come sto facendo da anni, continuerò ad insistere. Sarei molto contenta di una risposta dal Comune. Mi aspetto, perchè mi è stata annunciata, una visita degli assessori a scuola. Quella delle incursioni notturne non è una cosa nuova e dopo le ultime non ho ricevuto neanche una telefonata. Ci siamo sentiti abbandonati, ma siamo gente di scuola: raddrizziamo le spalle e andiamo avanti».

Il riferimento è all’amministrazione comunale. La docente ha però sottolineato che «tante cose sono state fatte come una serie di piccoli lavori necessari alla riapertura delle classi» ma non basta. Manca il sistema di allarme per proteggere le apparecchiature e gli strumenti utilizzati dagli alunni perchè episodi del genere accadono spesso. Ed è per questo che, ancora una volta, la preside ha formalizzato le ennesime richieste che per ora non hanno trovato risposta: telecamere, allarme e maggiore controllo dell’area su cui insiste l’istituto. «La scuola che rappresento – scrive – chiede oggi a gran voce il fattivo e concreto contributo della politica e dell’amministrazione cittadina» e proprio nel corso dell’intervista è stato fatto un appello affinché qualcuno dall’amministrazione comunale risponda ed intervenga. Quella dei furti e delle incursioni in attività commerciali ed edifici è una questione che in città va avanti da circa un anno e sembra non trovare una soluzione. Emilio D’Averio


Cronaca

Castellammare, violazione norme anticovid: chiuso bar in centro. E’ il quarto in 24 ore

Pubblicato

il

Castellammare

Continua l’ondata di chiusure per violazione delle norme anticovid

Castellammare di Stabia. Gli agenti della polizia municipale, sezione commerciale, agli ordini del comandante Antonio Vecchione e coordinati dal Tenente Donato Palmieri nel corso di controlli anticovid alle attività commerciali hanno sanzionato e chiuso un bar a Via Amato nel centro cittadino. Oggetto della sanzione è la vendita con modalità di asporto dopo le 18, quindi oltre orario consentito. Scattata la sanzione amministrativa e la chiusura di cinque giorni come disposizione accessoria.

LEGGI ANCHE:
Castellammare, operazione Alto Impatto dei carabinieri: chiuso un bar, due denunce e 9 sanzioni violazioni anticovid

E’ il quarto bar in città chiuso per violazione delle disposizioni anticovid in meno di 24 ore. Questa mattina è toccato ad un bar chiuso dai carabinieri nell’ambito di controlli ad Alto Impatto in città. emidav

Continua a leggere