Seguici sui Social

Politica

Emergenza Covid, Tonino Scala tende la mano al sindaco: «Offriamo la nostra collaborazione»

Pubblicato

il

Tonino-Scala-LEU


Dall’opposizione una mano tesa alla giunta Cimmino. Tonino Scala, leader regionale di Sinistra Italia, offre collaborazione al sindaco per uscire fuori dall’emergenza sanitaria: «Non è su questi temi che dobbiamo dividerci» è il leitmotiv di una lunga lettera indirizzata al primo cittadino.

Il testo integrale

Nella città come nel Paese la situazione non è facile.
Non è il momento a mio avviso per le polemiche, è il tempo della responsabilità.
Proprio in quest’ottica visti gli annunci di venerdì scorso del Presidente della Regione, rimarcati e rilanciati dal Sindaco, da un lato quelli inerenti le restrizioni, dall’altro quello relativi allo screening, è necessario ora più che mai passare dagli annunci ai fatti. Bisogna intervenire e subito.
Sono trascorsi già cinque giorni e più di trecento contagi nuovi accertati.
In un tempo come quello che stiamo vivendo cinque giorni sono un’eternità, bisogna da subito individuare, luoghi, strutture pubbliche e private, scuole, parrocchie e chi più ne ha più ne metta per rendere operativo un piano che sarebbe dovuto già partire.
Dall’opposizione, cosa già fatta in passato, siamo pronti a fare la nostra parte, per lavorare in quest’ottica.
Lo dico al Sindaco, alla direzione Asl e all’assessore alla sanità, massima disponibilità a trovare e a perseguire strade che vadano nella stessa direzione. Bisogna innanzitutto elaborare un piano che manca, capire come e chi elaborerà tamponi, il numero di tamponi da reperire, le strutture e perché no individuare anche orari non stop per consentire a tutti di partecipare allo screening in tutta sicurezza.
Più tempo passa e meno passi in avanti la comunità, la mia Castellammare farà.
Potrebbe essere un modo per porre le basi, per quando arriveranno i vaccini, per essere già attrezzati.
L’opposizione sta avendo un grande senso di responsabilità.
La città è ferma e non è durante la pandemia che si possono e si devono porre questioni importanti sia ben chiaro, ma non prioritarie: la priorità è affrontare la questione covid.
È il tempo della responsabilità. Converrà però con noi il Sindaco, che è più importante in un momento come questo, dedicare tempo a questi temi che alla soluzione crisi che va ormai avanti da 5 mesi.
Il tempo per dividerci, così come lo abbiamo fatto in questi anni, non mancherà, oggi è necessario individuare soluzioni e sono pronto, come sempre, a dare una mano.


Politica

Castellammare, LeU e PD chiedono l’istituzione del parco urbano delle acque

Pubblicato

il

I due partiti di opposizione presentano un ordine del giorno

Castellammare di Stabia. «Realizzare il parco urbano delle acque». E’ quanto chiedono Liberi e Uguali e Partito Democratico attraverso un ordine del giorno presentato dai consiglieri Scala e Iovino. «Abbiamo presentato un Ordine del Giorno che impegna il Consiglio Comunale a richiedere al Consiglio Regionale la possibilità di riaprire i termini affinchè la nostra città possa presentare la necessaria documentazione per la realizzazione del Parco Urbano delle Acque. Ad 11 anni dall’emanazione della Legge Regionale è stato perso fin troppo tempo, Castellammare ha tutte le caratteristiche per vedere realizzato uno strumento che insieme alla tutela veda la promozione della nostre risorse. La città di Castellammare di Stabia ha tutte le caratteristiche previste dal regolamento. Un’assoluta straordinarietà e particolarità che non ha eguali nel panorama nazionale e internazionale: in un tratto ben limitato geograficamente e urbanisticamente sgorgano 28 sorgenti con caratteristiche chimiche ed organolettiche ben differenziate. Questo in una fascia di territorio collocata tra Piazza Fontana Grande e La sorgente del Muraglione, comprendendo Via B.Brin e le strade limitrofe, Via Visanola, le antiche Terme, le sorgenti Madonna e Acetosella e la stessa Via Acton».

LEGGI ANCHE:
Castellammare, volontari della parrocchia ripuliscono Piazza Fontana Grande

Continua a leggere