Seguici sui Social

Politica

Il sindaco: «Questa giunta arriverà a fine mandato». Ma è pronto a «mollare» le sue deleghe a due consiglieri

Pubblicato

il



«Questa sarà la giunta fino a fine mandato». Parola di Gaetano Cimmino. Non vuole altri scossoni il primo cittadino, dopo la presentazione della sua giunta-bis. Ma nulla è scontato. Perché gli scontenti sono dietro l’angolo e probabilmente se vedrà costretto anche a «mollare» le deleghe che ha tenuto per se e affidarle a uno-due consiglieri comunali di maggioranza (polizia municipale e legalità).

Per Cimmino «questa giunta non è arrivata dopo una crisi politica», anche se le trattative serrate di questi due mesi e mezzo hanno rischiato di generarla una crisi politica. Alla fine la squadra di governo è stata partorita con grande ritardo rispetto alla scaletta scandita dal primo cittadino a fine dicembre 2020.

Non si sbottona nemmeno sul caso della Fondazione Dc. Alla fine i consiglieri hanno deciso per l’appoggio esterno, rinunciando a indicare il nome di Michele Sanzone: «Resteranno nel centrodestra», assicura il sindaco. E alla domanda del perché Sanzone non è stato nominato in giunta, si fa scappare qualche particolare: «La Dc ha ritenuto opportuno fare così, viste le cronache giudiziarie degli ultimi giorni…».

Daniele Di Martino


Politica

Castellammare, LeU e PD chiedono l’istituzione del parco urbano delle acque

Pubblicato

il

I due partiti di opposizione presentano un ordine del giorno

Castellammare di Stabia. «Realizzare il parco urbano delle acque». E’ quanto chiedono Liberi e Uguali e Partito Democratico attraverso un ordine del giorno presentato dai consiglieri Scala e Iovino. «Abbiamo presentato un Ordine del Giorno che impegna il Consiglio Comunale a richiedere al Consiglio Regionale la possibilità di riaprire i termini affinchè la nostra città possa presentare la necessaria documentazione per la realizzazione del Parco Urbano delle Acque. Ad 11 anni dall’emanazione della Legge Regionale è stato perso fin troppo tempo, Castellammare ha tutte le caratteristiche per vedere realizzato uno strumento che insieme alla tutela veda la promozione della nostre risorse. La città di Castellammare di Stabia ha tutte le caratteristiche previste dal regolamento. Un’assoluta straordinarietà e particolarità che non ha eguali nel panorama nazionale e internazionale: in un tratto ben limitato geograficamente e urbanisticamente sgorgano 28 sorgenti con caratteristiche chimiche ed organolettiche ben differenziate. Questo in una fascia di territorio collocata tra Piazza Fontana Grande e La sorgente del Muraglione, comprendendo Via B.Brin e le strade limitrofe, Via Visanola, le antiche Terme, le sorgenti Madonna e Acetosella e la stessa Via Acton».

LEGGI ANCHE:
Castellammare, volontari della parrocchia ripuliscono Piazza Fontana Grande

Continua a leggere