Seguici sui Social

Politica

Maria Romano: «Dal sindacato alla politica, porterò in giunta la mia esperienza… da donna di destra» | L’INTERVISTA

Pubblicato

il



«Dal sindacato alla politica: porterò la mia esperienza». Maria Romano, professoressa impegnata per venti anni a difendere i diritti dei colleghi, è alla sua prima esperienza in giunta. Indicata da Fratelli d’Italia, scelta dal sindaco Gaetano Cimmino tra una rosa di nomi.

E’ stata segretaria generale Cisl a Napoli, ora è assessore all’istruzione del Comune di Castellammare. Un’esperienza diversa, in che modo l’aiuterà?

«Il sindacato ha insegnato ai politici a fare politica. In questi anni, quindi, ho fatto politica anche se in forma diversa. Ma bisogna chiarire una cosa: sono ex segretaria generale della Cisl di Napoli. La mia attività sindacale resterà ferma, perché incompatibile con il ruolo che ora rivesto. Ma è chiaro: farò tesoro di quella esperienza».

In che modo?

«Il sindacato è soprattutto mediazione, concertazione. E nel ruolo che ora ricopro è fondamentale. Bisogna avere un confronto continuo con i dirigenti scolastici degli istituti di Castellammare, che tra l’altro ben conosco vista la mia ventennale esperienza sindacale. Con molti dirigenti scolastici già mi sono sentita subito dopo la presentazione della giunta».

E’ anche insegnante di italiano e latino, c’è tanto da fare nel mondo della scuola…

«Ho la fortuna di essere parte integrante del mondo della scuola, sia dal punto di vista professionale che sindacale. I problemi di alunni e famiglie li conosco tutti».

Veniamo alle questioni politiche. E’ stata nominata da Fratelli d’Italia, ma qualcuno sostiene che non è una donna di destra. E’ vero?

«Faccio sindacato dal 2001, ciò era incompatibile con qualsiasi ruolo politico e partitico. Ma la mia famiglia ha una tradizione di destra, i miei zii sono stati in politica anni fa con il Movimento Sociale e io ho una precisa estrazione di destra. Chiaramente sono una persona che, visto il ruolo che ho ricoperto, ha un’apertura mentale tale da andare anche oltre gli steccati ideologici. Forse, oggi, è proprio quello che serve».

Si occuperà anche di cultura, o meglio di associazioni culturali.

«Lavoreremo in sinergia con l’assessore Noemi Verdoliva, che tra l’altro è stata anche mia alunna. Castellammare pullula di associazioni culturali, con cui dobbiamo avere un confronto costante. Ci sono realtà bellissime, che possono darci una grossa mano e una spinta decisiva. Castellammare è un territorio bellissimo e va valorizzato. Il mio lavoro, in ogni caso, andrà in continuità con quello svolto da Diana Carosella».

Daniele Di Martino


Politica

Castellammare, LeU e PD chiedono l’istituzione del parco urbano delle acque

Pubblicato

il

I due partiti di opposizione presentano un ordine del giorno

Castellammare di Stabia. «Realizzare il parco urbano delle acque». E’ quanto chiedono Liberi e Uguali e Partito Democratico attraverso un ordine del giorno presentato dai consiglieri Scala e Iovino. «Abbiamo presentato un Ordine del Giorno che impegna il Consiglio Comunale a richiedere al Consiglio Regionale la possibilità di riaprire i termini affinchè la nostra città possa presentare la necessaria documentazione per la realizzazione del Parco Urbano delle Acque. Ad 11 anni dall’emanazione della Legge Regionale è stato perso fin troppo tempo, Castellammare ha tutte le caratteristiche per vedere realizzato uno strumento che insieme alla tutela veda la promozione della nostre risorse. La città di Castellammare di Stabia ha tutte le caratteristiche previste dal regolamento. Un’assoluta straordinarietà e particolarità che non ha eguali nel panorama nazionale e internazionale: in un tratto ben limitato geograficamente e urbanisticamente sgorgano 28 sorgenti con caratteristiche chimiche ed organolettiche ben differenziate. Questo in una fascia di territorio collocata tra Piazza Fontana Grande e La sorgente del Muraglione, comprendendo Via B.Brin e le strade limitrofe, Via Visanola, le antiche Terme, le sorgenti Madonna e Acetosella e la stessa Via Acton».

LEGGI ANCHE:
Castellammare, volontari della parrocchia ripuliscono Piazza Fontana Grande

Continua a leggere