Seguici sui Social


Calcio

Il girone di ritorno quasi perfetto della Juve Stabia: tanti rimpianti per i punti persi a inizio stagione

Girone di ritorno incredibile della Juve Stabia. Con un girone di andata degno la squadra di Padalino avrebbe dato fastidio anche alla Ternana schiacciasassi.

Pubblicato

il


Il girone di ritorno quasi perfetto della Juve Stabia: tanti rimpianti per i punti persi a inizio stagione

Il campionato della Juve Stabia è finito. O meglio, la stagione regolare della Juve Stabia è ufficialmente finita. Sapete come? Come meglio non poteva. Con una vittoria straordinaria sul campo della più forte di questa categoria (e per categoria si intendono i tre gironi di Serie C) e forse più forte anche di qualche squadra di categoria superiore. Una vittoria che, in vista dei playoff, vale doppio, forse triplo. Soprattutto perché è stata partita vera. La Ternana ha giocato con gran parte dei protagonisti della super scalata vittoriosa. Mister Lucarelli ha schierato una formazione fortissima, con un attacco stellare, quello delle grandi occasioni. Per questo motivo la vittoria non è la classica partita vinta all’ultima giornata contro una squadra senza stimoli. E’ stata la vittoria del gruppo, la vittoria di mister Padalino, la vittoria di un’intera tifoseria. E’ stata la vittoria che ha chiuso un ciclo di partite giocate incredibilmente. La chiusura perfetta di un girone di ritorno perfetto con un incredibile record di 9 vittorie in trasferta consecutive.

RIMPIANTI. Ma la partita contro la Ternana dovrebbe, però, in qualche modo far nascere milioni di rimpianti in mister Padalino e i suoi ragazzi. La Ternana ha vinto, anzi stravinto, il girone C. Fin qui nessuno può dire nulla. Però, bisognerebbe analizzare un aspetto importante che caraterizza, solitamente, una lotta promozione. Ovvero la presenza di antagonisti. La squadra di mister Lucarelli sulla propria strada non ha praticamente trovato rivali, dall’inizio alla fine.

Il girone di ritorno del girone C, invece, ci ha regalato una mezza certezza: la Juve Stabia, con un inizio di stagione decente, avrebbe potuto tranquillamente giocarsela con gli umbri per la promozione diretta. Non lo diciamo, lo dicono i numeri degli ultimi 4 mesi. Solo le Vespe hanno mantenuto il passo da schiacciasassi delle Fere. Un peccato aver disputato quel girone di andata. Non ne avremmo mai la certezza, ma quasi sicuramente ai gialloblu’ mancano circa 15 punti persi per negligenze proprie. Punti necessari per rendere più avvincente questo girone. Forse non sarebbero comunque bastati, perché va ribadito ancora una volta: la Ternana ha meritato ampiamente. Ma questa Juve Stabia sarebbe stata lì, pronta a pungere. Ora l’occasione nei playoff per riscattare la parte di stagione negativa e provare a compiere qualcosa di magnifico. A partire da domenica, nel derby contro la Casertana. Catania e ricorsi ridicoli permettendo.


Pubblicità

Calcio

Juve Stabia-Casertana, Padalino: “Abbiamo la voglia di arrivare fino in fondo”

Pubblicato

il

Juve Stabia-Casertana, Padalino: “Abbiamo la voglia di arrivare fino in fondo”

“La Casertana si è contraddistinta in questo campionato e la gara dell’andata non l’ho ancora dimenticata. Tutte le squadre di queste girone hanno fatto bene contro di noi, trovando ulteriori stimoli. Noi, però, non dobbiamo farci coinvolgere emotivamente, anche noi abbiamo una nostra identità. La Juve Stabia in questo momento deve dare quel qualcosa in più, che in realtà non è richiesto. Abbiamo il vantaggio di poter giocare sui due risultati, ma noi dobbiamo continuare a fare la Juve Stabia.

La gestione della gara della Casertana mi interessa poco, mi interessa sicuramente di più come gestiremo noi la partita. Ma noi non gestiremo nulla, non sappiamo farlo, e quindi dobbiamo continuare ad affrontare le partite come abbiamo fatto fino ad oggi poiché ci ha regalato risultati importanti, non stravolgeremo nulla.

Ansia per domani? Non dovrebbe esistere nel calcio. Sicuramente ci sarà tensione, ma credo ci sarà anche in casa Casertana. E’ giusto che chi scenda in campo cerchi sempre di fare il meglio, sbagliando il meno possibile. Io spero che i miei calciatori scendano in campo sereni, hanno già dimostrato tanto.

Dopo 36 partite, oramai, le squadre si conoscono tutte. La differenza, alla fine, la fa sempre la serenità di affrontare i momenti del match. Giochiamo in casa, senza pubblico lo sappiamo, ma dovremmo affrontare la partita con la stessa carica sapendo che fuori dal campo c’è un popolo che desidera vincere questa partita. Nel girone di ritorno abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti, abbiamo chiuso al secondo posto dietro la Ternana, dobbiamo continuare con la stessa carica.

Sono convinto che domani i miei ragazzi non si rilasseranno. Non c’è assolutamente il rischio. Sappiamo che, nonostante i due risultati su tre, potrebbe essere l’ultima partita della Juve Stabia e non accetterei assolutamente un calo di tensione. Ora dobbiamo solo confermare con forza la nostra voglia di arrivare fino alla fine di questo percorso, non sarà semplice ma l’obiettivo è quello di fare più partite possibili.”

Continua a leggere

Trending