Seguici sui Social


Calcio

Il Perugia di mister Fabio Caserta conquista la B, arrivano i complimenti di Manniello: “Meriti altri palcoscenici”

Pubblicato

il

Caserta-Manniello

Il Perugia di mister Fabio Caserta conquista la B, arrivano i complimenti di Manniello: “Meriti altri palcoscenici”

Ieri sera la Juve Stabia ha fatto gioire in modo sproporzionato i suoi tifosi grazie alla vittoria sulla capolista Ternana. Un pirotecnico 4-3 che è valso il quinto posto in classifica finale. Ma ieri è stato protagonista anche un ex gialloblu’, un’altra grande figura del recente passato passato delle Vespe: mister Fabio Caserta. L’ex allenatore della Juve Stabia ha vinto il suo secondo campionato di serie C in due anni, questa volta sulla panchina del Perugia. Un testa a testa con il Padova emozionante, terminato con la vittoria all’ultima giornata degli Umbri. Tanti i messaggi di stima e di affetto per Caserta, anche e soprattutto da Castellammare di Stabia, città che lo ha amato tantissimo negli anni in cui ha guidato i gialloblu’ dalla panchina.

E’ balzato agli occhi un messaggio in particolare, di uno degli uomini, forse, più importanti per Fabio Caserta nella sua carriera da allenatore. Stiamo parlando ovviamente di Franco Manniello, ex storico presidente della Juve Stabia. Queste le sue parole sui social: “Felice per la tua ennesima vittoria, sei un grande allenatore e un gran signore, meriti senz’altro altri palcoscenici”. Poche parole, ma ricche di significato. In realtà, qualcuno, ha letto queste parole come una sorta di frecciatina dell’ex patron gialloblu’. Altri palcoscenici? E Castellammare di Stabia? Sono state le domande di alcuni sui social. Questi complimenti di Manniello a Caserta non sono piaciuti proprio a tutti.


Pubblicità

Calcio

Juve Stabia-Casertana, Padalino: “Abbiamo la voglia di arrivare fino in fondo”

Pubblicato

il

Juve Stabia-Casertana, Padalino: “Abbiamo la voglia di arrivare fino in fondo”

“La Casertana si è contraddistinta in questo campionato e la gara dell’andata non l’ho ancora dimenticata. Tutte le squadre di queste girone hanno fatto bene contro di noi, trovando ulteriori stimoli. Noi, però, non dobbiamo farci coinvolgere emotivamente, anche noi abbiamo una nostra identità. La Juve Stabia in questo momento deve dare quel qualcosa in più, che in realtà non è richiesto. Abbiamo il vantaggio di poter giocare sui due risultati, ma noi dobbiamo continuare a fare la Juve Stabia.

La gestione della gara della Casertana mi interessa poco, mi interessa sicuramente di più come gestiremo noi la partita. Ma noi non gestiremo nulla, non sappiamo farlo, e quindi dobbiamo continuare ad affrontare le partite come abbiamo fatto fino ad oggi poiché ci ha regalato risultati importanti, non stravolgeremo nulla.

Ansia per domani? Non dovrebbe esistere nel calcio. Sicuramente ci sarà tensione, ma credo ci sarà anche in casa Casertana. E’ giusto che chi scenda in campo cerchi sempre di fare il meglio, sbagliando il meno possibile. Io spero che i miei calciatori scendano in campo sereni, hanno già dimostrato tanto.

Dopo 36 partite, oramai, le squadre si conoscono tutte. La differenza, alla fine, la fa sempre la serenità di affrontare i momenti del match. Giochiamo in casa, senza pubblico lo sappiamo, ma dovremmo affrontare la partita con la stessa carica sapendo che fuori dal campo c’è un popolo che desidera vincere questa partita. Nel girone di ritorno abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti, abbiamo chiuso al secondo posto dietro la Ternana, dobbiamo continuare con la stessa carica.

Sono convinto che domani i miei ragazzi non si rilasseranno. Non c’è assolutamente il rischio. Sappiamo che, nonostante i due risultati su tre, potrebbe essere l’ultima partita della Juve Stabia e non accetterei assolutamente un calo di tensione. Ora dobbiamo solo confermare con forza la nostra voglia di arrivare fino alla fine di questo percorso, non sarà semplice ma l’obiettivo è quello di fare più partite possibili.”

Continua a leggere

Trending