Seguici sui Social

Cronaca

Covid, in Campania al 3% l’indice del contagio. De Luca: «Abbiamo meno vaccini degli altri, è uno scandalo»

Pubblicato

il

Campania

L’affondo del Governatore: «La Campania ha ricevuto meno vaccini di tutte le altre Regioni. Questo è uno scandalo nazionale. Tranne me nessuno ha combattuto per superare questa vergogna».

Sono 292 i nuovi positivi al Covid in Campania, su 9.192 test molecolari processati. Il tasso di incidenza, calcolato senza tenere conto dei test antigenici, è del 3,17%, sostanzialmente stabile rispetto al 3,25 di ieri. Il bollettino giornaliero dell’Unità di crisi segnala una vittima nelle ultime 48 ore. Invariata l’occupazione delle terapie intensive (13), cala invece quella dei posti di degenza, a quota 175 (-9). Il Governatore della Regione Campania nella giornata di oggi è ritornato sulla questione vaccini attaccando l’Unità di Crisi Nazionale e il Commissario per l’emergenza Covid e sulla distribuzione delle dosi di vaccino ha parlato di «scandalo nazionale».

LEGGI ANCHE:
De Luca: «Mai più Dad, i ragazzi si vaccinino». Ad oggi somministrate il 93% delle dosi consegnate

«Tranne me – ha detto De Luca intervenendo al Giffoni Film Festival – nessuno ha combattuto per superare questa vergogna. Invece dovremmo riuscire ad essere il Sud dell’efficienza e allora potremmo avere più forza nel portare avanti le nostre battaglie e potremmo così contrastare quell’eccesso di centralizzazione che riscontro nel Piano di Ripresa. La Campania ha fatto una battaglia per la distribuzione equa dei fondi europei. – ha detto De Luca – Qualche riscontro positivo l’abbiamo avuto, ma non nei termini necessari. Gli investimenti europei servono a recuperare i ritardi storici che abbiamo nel nostro Paese che sono di tipo territoriale, di tipo sociale, di genere e che si traducono in disparità sul piano occupazionale. Se però davvero si volesse fare realmente un’opera di superamento del divario non dovremmo destinare al Sud il 34% delle risorse, ma dovremmo avere il doppio. Questo non accade perché siamo in un Paese in cui non c’è una classe dirigente con questa ispirazione ideale e lo stesso vale per le forze politiche. Nel dopoguerra – ha proseguito – la questione meridionale è stato un tema che accomunava tutti i partiti. Tutto questo oggi non c’è più. In Italia il Sud continua ad essere considerato la palla di piombo ai piedi del Paese. E’ anche vero che noi stessi abbiamo fatto di tutto per screditarci, con esempi di cattiva amministrazione, ma è altrettanto vero che oggi non ci sono spinte ideali tali da reggere la battaglia per superare il divario. Oggi la Campania è ultima per riparto del fondo sanitario, questa è una vergogna che grida vendetta».


Pubblicità

Leggi anche

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402 Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica. WhatsApp: 334 742 3557 | email: stabianews.it@gmail.com