Seguici sui Social

Cronaca

Agerola, tutto pronto per l’inaugurazione del nuovo campo sportivo: a battezzare l’impianto anche l’ex calciatore del Napoli Canè

Pubblicato

il

Agerola


Giovedì 2 settembre alle 18.00 il taglio del nastro con la presenza di autorità civili, militari, religiose e del Presidente della Lega Nazionale Dilettanti. Prevista la partecipazione delle vecchie glorie della Juve Agerolina, la squadra che ha scritto pagine importanti nella storia di questo sport in Campania. Il sindaco Luca Mascolo: «Un altro grande traguardo raggiunto in dieci anni di impegno concreto per Agerola»

Tutto pronto ad Agerola per l’inaugurazione del nuovo campo sportivo in località San Lorenzo. Un impianto, moderno e funzionale che andrà a sostituire il vecchio campo sportivo San Matteo teatro delle avventure della Juve Agerolina, la locale formazione di calcio che, nel corso della sua lunga storia, ha scritto pagine importanti nella storia di questo sport in Campania. Alla cerimonia, prevista per domani, giovedì 2 settembre alle ore 18.00, parteciperanno autorità civili, militari, religiose ed il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia. A battezzare il nuovo campo in erba sintetica di ultima generazione, dotato di impianto di irrigazione automatizzato, di illuminazione notturna a led e di tanti altri comfort, anche l’ex calciatore del Napoli Faustinho Canè che ebbe modo di saggiare il terreno di gioco del vecchio campo ubicato allora a San Lazzaro, nel corso del ritiro che il Napoli fece ad Agerola nell’estate dell’ormai lontano 1962, definendolo un campo di patate. Il nuovo impianto è stato realizzato su un terreno di proprietà comunale. Dopo decenni di immobilismo con l’avvento dell’amministrazione Mascolo si sono rimesse in moto le procedure per la realizzazione dell’opera, grazie all’impegno del consigliere delegato allo sport l’ingegnere Salvatore Acampora, che ha dedicato il suo lavoro di tesi di laurea proprio a questa progettazione.

«Il campo sportivo è regolamentare ed omologato fino alla Lega Nazionale Dilettanti» dice il consigliere delegato allo sport Salvatore Acampora. L’obiettivo sarà quello ospitare i ritiri delle squadre professionistiche. «Sono diverse le squadre di Lega Pro – continua Acampora – che lo hanno già visionato e dal prossimo anno potrebbero scegliere Agerola come meta del ritiro precampionato».

Il progetto ha visto la luce nel 2012-2013 ed il CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione Economica) che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, ha finanziato il primo lotto per la realizzazione del campo in erba sintetica, dell’impianto di illuminazione, di una palazzina divisa di due piani, il seminterrato ancora allo stato grezzo, ed il piano terra con spogliatoi e i restanti servizi di campo. Il secondo lotto per il completamento del piano seminterrato, destinato ad ospitare un polo sociale, una piccola buvette ed uffici, è già stato progettato e finanziato. L’importo totale è di 3 milioni di euro. Anche il terzo lotto, che riguarda la realizzazione degli spalti, gode già della progettazione esecutiva e la richiesta dei fondi, il Bando Sport e Periferia 2020, è già in fase avanzata. Risorse che ammontano a 450.000 euro che si aggiungono ai 470.000 euro stanziati dal Comune di Agerola.

«Un altro grande traguardo raggiunto da quest’amministrazione nel corso dei dieci anni di intenso, serio e concreto impegno per il bene e lo sviluppo di Agerola. Non è stato facile, ma con la nostra determinazione siamo riusciti a portare a termine un’opera tanto attesa ad Agerola. Questo impianto sarà la casa, moderna e funzionale, di tutti quelli che amano lo sport ed il calcio in generale» ha aggiunto il sindaco Luca Mascolo.


Cronaca

Gragnano, contributo di 10mila euro per apertura di nuove attività in città

Fondi per nuove attività in città, la misura prevista dall’amministrazione D’Auria

Pubblicato

il

Gragnano

Gragnano. Un contributo a fondo perduto di 10mila euro per incentivare l’apertura di nuove attività sul territorio comunale di Gragnano. E’ quanto predisposto dall’amministrazione guidata dal Nello D’Auria. I contributi saranno assegnati sulla base della presentazione di una domanda da parte dei soggetti beneficiari e il contributo si avrà in base ad un punteggio conseguibile attraverso una serie di premialità in funzione dell’attività svolta, del luogo ed età del richiedente. A renderlo noto è il Sindaco della città della pasta con un post social spiegando il bando.

In funzione della tipologia di attività, si avranno 5 punti per Attività Enogastronomiche – Produzione e Somministrazione di Alimenti e Bevande Tipiche del Territorio -Gelaterie Artigianali – Panetterie – Vinerie e/o Enoteche – Pizzerie a Taglio e/o Friggitorie – Bed & Breakfast; 4 punti per Attività di promozione del territorio; 3 punti per Attività artigianali – Commercio.

Ulteriore premialità in funzione dell’ubicazione dell’attività: 2 punti per nuove attività site nel centro storico e nei borghi storici. In funzione dell’età del richiedente sarà assegnato 1 punto per i progetti presentati da Under 40 e zero punti per gli Over 40.

La formazione della graduatoria sarà effettuata:
– sulla base dei punteggi;
– sulla base delle priorità di data di arrivo delle domande;
– sulla base della minore età del richiedente.

Dopo l’avvenuta approvazione della graduatoria ed entro il termine di 90 (novanta) giorni, dovrà essere trasmessa la documentazione che attesti l’avvenuta costituzione della personalità giuridica.

Continua a leggere

Trending

Cambia le impostazioni per la privacy settings

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica