Seguici sui Social

Politica

Il valzer delle mini-isole ecologiche: nuovo trasloco dei cassoni green


Pubblicato

il

Mai entrate in funzione e sempre impegnate in un tour itinerante per la città di Castellammare. Continua il valzer delle mini-isole ecologiche, acquistate grazie a fondi della Città Metropolitana quando era assessore Gianpaolo Scafarto. Dal suo addio a Palazzo Farnese, non se n’è saputo più nulla della messa in funzione della stazioni ecologiche da impiegare per far crescere la raccolta differenziata. Per mesi abbandonate in vari punti della città, sono state sballottolate a destra e a manca. E ora l’ultimo trasloco. Tanto che la polizia municipale ha pubblicato un’ordinanza di divieto di sosta nei punti in cui saranno installate per il «riposizionamento di mini isole ecologiche per la raccolta differenziata».

I nuovi punti saranno: Traversa Cantieri Metallurgici all’altezza del civico 63; Via Savorito nei pressi del cavalcavia di Pioppaino; Traversa Tavernola all’intersezione con Via Tommaso D’Amalfi ed all’altezza del civico 18. Si spera l’ultimo valzer per le mini-isole ecologiche, sperando in una celere entrata in funzione.

Alberto Cimmino


Continua a leggere

Politica

Lastre di amianto nei locali abbandonati di villa Gabola

Il Comune programma la bonifica per oltre 11mila euro

Pubblicato

il

amianto

Lastre e canne fumarie di amianto nei locali abbandonati di villa Gabola. Il Comune, nel tentativo di effettuare un sopralluogo per la riqualificazione dell’immobile di fondazione ottocentesca del quartiere San Marco, si è imbattuto nella presenza di rifiuti speciali pericolosi. Così è stato programmato l’intervento per oltre 11mila euro

Per Villa Gabola e il suo parco è in corso la redazione di un progetto finalizzato alla “Realizzazione di un centro di aggregazione giovanile, Art Factory” con finanziamento europeo. Al momento è in corso la progettazione definitiva dell’interventi, ma si rende necessaria l’attività di bonifica al fine di consentire l’accesso in sicurezza dei progettisti incaricati del servizio di redazione del progetto definitivo ed esecutivo, dal momento che è stata rilevata la sospetta presenza di fibre amianto contenute all’interno del manufatto.

Continua a leggere

Trending