Seguici sui Social

Politica

Vertice tra tutti i segretari cittadini, la renunion nella sede Pd di Castellammare

Domani l’appuntamento con la prima Agorà Democratica. Peppe Giordano: “C’è grande attenzione verso la nostra città da parte del Pd provinciale”


Pubblicato

il

vertice tra tutti i segretari cittadini

Sarà la sede del Partito Democratico di Castellammare in Corso Vittorio Emanuele ad ospitare il primo incontro dei segretari di circolo della fascia costiera vesuviana in occasione delle Agorà Democratiche. L’iniziativa promossa dal Partito Democratico finalizzata ad allargare e innovare gli spazi e le modalità di partecipazione democratica e a elaborare, nel modo più condiviso e largo possibile, un programma ambizioso per il centrosinistra. Ripartire dalla Politica  aprendo una stagione di confronto e ascolto sui temi locali e nazionali, del presente e del futuro, in un dialogo aperto e franco. E’ la forza motrice degli appuntamenti promossi dal Pd metropolitano. ‘’Abbiamo diviso – spiega in una nota il segretario Sarracino – il nostro territorio in sette grandi zone, dalle quali emergeranno sette proposte per la città metropolitana e per il paese. Cominciamo domani dall’area costiera, dove incontreremo i segretari di circolo per una prima riunione organizzativa. Siamo pronti a costruire il partito del futuro’’. Un appuntamento importante per  il circolo democratico di Castellammare guidato dal segretario Peppe Giordano. Un appuntamento al quale parteciperanno il segretario Provinciale Marco Sarracino e Diego Belliazzi responsabile provinciale per la riforma del partito. ‘’La scelta di Castellammare – spiega Giordano – è una scelta non casuale ma anzi mostra l’attenzione del partito provinciale sulla situazione che investe il Comune con il lavoro della Commissione d’Accesso ormai agli sgoccioli’’. L’appuntamento è per il giorno 3 novembre alle ore 17,30.


Continua a leggere

Politica

GRAGNANO | Aule pericolanti, il sindaco chiude una parte della scuola Roncalli

Nello D’Auria firma un’ordinanza per impedire l’utilizzo delle aule inagibili

Pubblicato

il


Aule pericolanti, il sindaco chiude parzialmente la scuola Roncalli. In seguito a un sopralluogo dei funzionari comunali presso il plesso scolastico “Roncalli” di via Croce, è emersa «la presenza diffusa di fenomeni di ossidazione delle armature delle strutture portanti verticali ed orizzontali (travi e pilastri), delle armature dei travetti dei solai con conseguente espulsione del copriferro e sfondellamento degli stessi, con rottura e distacco dei blocchi in laterizio, ed inoltre in alcune aule si è riscontrata la presenza di fenomeni di infiltrazione di acqua piovana provenienti dalla copertura, dove il manto bituminoso di protezione è in diverse parti ammalorato/danneggiato» si legge nel verbale di sopralluogo.
Per questo motivo il sindaco Nello D’Auria ha firmato un’ordinanza per interdire alcune zone del plesso, in particolare le aule numero 1 – 2 – 3 – 4 – 5 – 6 – 7 – 8, il laboratorio primavera e l’aula magna” al piano terra, così come le aule numero 13 – 14 – 15 e il Laboratorio di informatica” al primo piano.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica