Seguici sui Social

Cronaca

Vico Equense. L’8 marzo per la Pace in Ucraina

Le iniziative in programma per celebrare il ruolo della donna e i suoi diritti

Pubblicato

il

Vico Equense

Vico Equense. Flashmob, performance musicale e un percorso fotografico itinerante per celebrare la donna e i suoi diritti. Con un pensiero rivolto ai drammatici momenti che vive il popolo ucraino.

Sono le iniziative messe in campo per la Giornata Internazionale dei diritti della donna, in programma martedì 8 marzo. Le loro conquiste sociali, economiche e politiche, ma anche un momento di riflessione e di denuncia per le violenze che hanno subito e subiscono.
L’Amministrazione Comunale della Città di Vico Equense intende quindi partecipare a queste iniziative, in sinergia con la Garante dei diritti delle persone con disabilità, le associazioni operanti sul territorio (Contrappunto House Of Books, Associazione Oltre il Guscio) l’associazione dei commercianti Acove e tutti i Commercianti Vicani. Organizzato un momento di incontro che puntare i riflettori sulle donne dell’Ucraina, in un periodo così drammatico dello scenario internazionale.

Per tutta la giornata sarà allestito un percorso fotografico itinerante, grazie alla collaborazione dei commercianti vicani, per presentare alcune tra le figure femminili ucraine che si sono distinte in vari ambiti, artistici culturali e scientifici.

Alle 18.00, un corteo si muoverà da Piazza Umberto I verso piazzale Siani. Uno spazio illuminato con i colori dell’Ucraina sarà dedicato al flashmob curato dalla scuola di danza “L’Etoile” di Filly Buonocore e alla performance musicale della maestra Paola Mauro, a cura della Scuola “Santa Cecilia”. Nel corso dell’evento ci saranno letture di alcuni brani scelti per omaggiare la figura della donna.


Clicca per commentare

Rispondi

Cronaca

Domani allerta meteo, forti temporali e rischio frane

Pubblicato

il

Meteo-

La Protezione Civile della Regione, ha emanato un avviso di allerta meteo per piogge e temporali anche di forte intensità su tutta la Campania  dalle 6 di domani mattina, domenica 25 settembre, alle 6 di lunedì 26 settembre, su tutta la Campania.

Il livello di criticità idrogeologica e Idraulica è:

 Arancione sui settori centro-settentrionali e, in particolare, sulle zone 1, 2, 3 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana; Alto Volturno e Matese; Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno e Monti Picentini) con temporali di forte intensità e un conseguente rischio idraulico e idrogeologico diffuso anche con possibili frane, colate rapide di fango, caduta massi, instabilità di versante, allagamenti, voragini.

Giallo su tutto il resto della regione, ma con temporali che in ogni caso potrebbero essere intensi e un conseguente rischio idrogeologico localizzato con possibili frane e caduta massi in territori particolarmente fragili, possibili allagamenti, innalzamento dei livelli idrometrici dei corsi d’acqua.

La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a prevenire e contrastare i fenomeni previsti in ordine al rischio idrogeologico per forti temporali, in linea con i rispettivi Piani comunali.

Si segnala altresì la possibilità di fulmini.  Prestare attenzione ai successivi avvisi della Protezione Civile.

Continua a leggere

Trending

StabiaNews.it di Emilio D’Averio - Supplemento Digitale OnlineMagazine.it
Testata Giornalistica Online registrata al Tribunale di Torre Annunziata (NA) con Reg. N. 01/2017
Editore e Direttore Responsabile: Emilio D'Averio - P. IVA 09784451214
PEC: daverioemilio@pec.it
NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica

Cambia impostazioni per la privacy