Cronaca

Denunciato il datteraro stabiese: ecco chi è

Pubblicato

il

Sono bastate poco più di 48 ore, alla Polizia Giudiziaria della Guardia Costiera di
Castellammare di Stabia, per risalire al bagnante che, nel fine settimana appena
trascorso, ha distrutto uno scoglio per estrarre i datteri di mare, davanti agli occhi
increduli dei presenti sulla spiaggia pubblica di Castellammare di Stabia.
Si tratta di un soggetto di circa 47 anni, residente nel centro storico del comune di Castellammare di Stabia, individuato grazie alle indagini del nucleo di Polizia Giudiziaria ed all’attenta disamina del video pubblicato su numerosi social network.
Subito dopo il fatto ed alla segnalazione pervenuta agli uomini della Guardia Costiera di Castellammare di Stabia, gli stessi hanno immediatamente dato inizio alle attività investigative finalizzate al rintraccio del reo soggetto che, una volta identificato, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria di Torre Annunziata per i reati di danneggiamento aggravato e pesca illegale di datteri di mare.
L’odierno risultato ha ancora una volta dimostrato il danno ambientale che si
procura alla flora ed alla fauna marina nell’attività di estrazione illegale del dattero di mare, in quanto si tratta di un mollusco bivalve che cresce all’interno di buchi che scava nella roccia sott’acqua, motivo per cui per pescarli è necessario distruggere e devastare interi tratti di costa.
Questa vicenda, risolta in poche ore, dimostra che nella nostra città i crimini e la tutela dell’ambiente marino non vengono tollerati e vengono perseguiti senza esitazione, non abbassando la guardia su atti di inciviltà e vandalismo che non possono essere accettati.


Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Trending

Exit mobile version