Seguici sui Social

Politica

Nasce “Dal Mare ai Monti Lattari”, il distretto commerciale Stabiese-Abatese

Pubblicato

il

Commerciale

Firmati questa mattina a Palazzo Farnese l’atto costitutivo e lo statuto dell’Associazione del Distretto Diffuso del Commercio dei Comuni di Castellammare di Stabia e Sant’Antonio Abate denominata “Dal Mare ai Monti Lattari – Distretto Commerciale Stabiese Abatese”.

Capofila del Distretto il Comune di Castellammare di Stabia. Al tavolo i Commissari Mauro Passerotti e Rosa Valentino, il segretario generale Concetta Romano, la sindaca di Sant’Antonio Abate, Ilaria Abagnale, il referente dell’associazione Confesercenti Regionale Campania, Alessandro Piro ed il delegato per la Campania dell’associazione Confcommercio imprese per l’Italia, Giovanni Battista De Meo

Il nuovo strumento, per il quale è atteso il riconoscimento da parte della Regione Campania, permetterà ai due Comuni di promuovere il rilancio delle attività produttive ed il rafforzamento dell’identità dei luoghi.

Dichiarazione del Commissario Straordinario Mauro Passerotti: “Il Distretto del Commercio consentirà una valorizzazione territoriale innovativa, promuovendo il commercio come fattore di aggregazione in grado di attivare dinamiche economiche, sociali e culturali. L’obiettivo è quello mettere in atto strategie condivise e programmi in grado di rilanciare le attività produttive e rafforzare l’identità dei luoghi. È l’inizio di un percorso finalizzato a rilanciare il commercio, anima dei due territori interessati: nasce Dal Mare ai Monti Lattari- Distretto Commerciale Stabiese Abatese per coinvolgere in un discorso di sviluppo e promozione del territorio, realtà con specifiche peculiarità, accomunate dall’interesse comune per il bene delle comunità locali”

Dichiarazione sindaco di Sant’Antonio Abate Ilaria Abagnale: “L’istituzione del distretto commerciale è un passo decisivo per il progresso socio-economico di entrambi i Comuni. Non solo stimola l’integrazione settoriale tra agricoltura, commercio e artigianato, ma rappresenta anche un potente strumento per valorizzare le eccellenze locali in un’ottica di promozione turistica. Si tratta di una strategia politica mirata a potenziare l’identità culturale dei due territori, nonché a supportare la sostenibilità ambientale e il rafforzamento delle comunità locali. Inoltre, il distretto gioca un ruolo chiave nella promozione della rigenerazione urbana e rurale, contribuendo significativamente alla crescita economica e all’innovazione. Difatti, rappresenta per noi un modello di sviluppo inclusivo e sostenibile, che pone Sant’Antonio Abate, con le sue radici nell’agricoltura e nella floricoltura, al centro di un nuovo paradigma di cooperazione settoriale e benessere collettivo fra imprenditori e consumatori”.

Plauso da Confcommercio Campania per l’impegno di Confcommercio Castellammare alla firma con il suo presidente, Johnny De Meo: “Il Distretto del Commercio può essere uno straordinario strumento di rigenerazione urbana attraverso la valorizzazione dell’offerta commerciale e turistica ed un modello virtuoso di partnership pubblico-privato. La cooperazione rafforzata tra gli operatori economici, rappresentati dalle Associazioni, e le Istituzioni, in primis le Amministrazioni comunali, sarà il volano per operazioni programmate di riqualificazione degli spazi urbani dove sono presenti le attività commerciali e turistiche e per azioni di marketing territoriale volte a sviluppare le potenzialità di attrazione turistica dei nostri territori, sia nei confronti dei flussi internazionali che di quelli nazionali e regionali”

Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Per informazioni o per inviare una segnalazione Whatsapp / Telefono +39 351 309 1930 / email: stabianews.it@gmail.com

Supplemento digitale www.notiziesera.com Reg. N° 16/2020 presso il Tribunale di Napoli – N° iscrizione ROC: 36402
Editore GLAMOUR STUDIO di Ciro Serrapica Direttore Ciro Serrapica - via Rajola 80053 Castellammare di Stabia (NA)

NORMATIVA SULLE RETTIFICHE Ci impegniamo, al fine di garantire sempre una corretta e precisa informazione, a correggere errori ed imperfezioni contenute negli articoli. Le correzioni vengono evidenziate all’interno o in calce all’articolo, specificandone la data e l’ora. Vengono inoltre pubblicate le lettere e le richieste di precisazione. La richiesta di rettifica, da presentarsi ai sensi delle normative in materia, deve contenere le generalità complete e il domicilio o la sede legale del richiedente; la domanda deve essere sottoscritta ed inviata attraverso posta elettronica ordinaria o certificata. La rettifica deve concernere i fatti su cui verte la discordanza e non valutazioni o commenti, deve essere corredata degli elementi atti ad identificare con precisione le notizie di cui si chiede la rettifica.