Seguici sui Social

Politica

Bilancio, il sindaco perde pezzi. I revisori bacchettano: “Da anni sempre gli stessi errori”

Pubblicato

il

Maresca-Cimmino
PUBBLICITA


Passa il bilancio consuntivo del 2019 ma con un voto in meno. All’appello manca Enza Maresca, non presente in consiglio comunale al momento del voto, salvo poi rientrare. Per la prima volta il sindaco Cimmino perde un pezzo per strada. Quello della Maresca potrebbe essere un segnale di insofferenza nei confronti della maggioranza, avendo già abbandonato il gruppo Cimmino sindaco, nel quale era stata eletta alle ultime amministrative.

Sul lato prettamente tecnico sono diversi i dubbi sollevati dall’organo di revisione. Pur rilasciando parere positivo al consuntivo 2019, gli esperti contabili di Palazzo Farnese hanno rilevato una serie di dubbi, chiedendo prescrizioni a cui il settore economico-finanziario non ha dato seguito. C’è un passaggio che la dice lunga: “Si è sbagliato in precedenza e si continua a sbagliare” si legge nel documento del collegio dei revisori. “Il collegio – si legge ancora – ha svolto il suo ruolo richiamando l’attenzione su rilievi, fatti solo verbalmente, già nei consuntivi 2017 e 2018, che rappresentati anche nel rendiconto 2019, non poteva esimersi di evidenziarli in relazione, preso atto che erano stati disattesi ancora una volta”.

I revisori puntano l’indice sul patrimonio comunale e su quello Sint. Dubbi ancora una volta irrisolti.

Daniele Di Martino


Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Terme, spunta un altro gruppo pronto a rilevare lo stabilimento. Di Martino (IV): subito un consiglio comunale

Pubblicato

il

PUBBLICITA

Spuntano gli imprenditori anche per Terme di Stabia. La notizia è arrivata nel corso dell’audizione del commissario liquidatore di Sint, Vincenzo Sica. Il progetto prevede una rsa per anziani e un centro di cardiologia collegato al San Raffaele di Milano.

Andrea Di Martino di Italia Viva conferma: “Ieri il commissario liquidatore della Sint Sica, in audizione in commissione speciale Terme, ha annunciato l’esistenza di un gruppo privato, intenzionato ad investire sulle Nuove Terme. Il progetto è quello di una RSA per anziani ed un centro cardiovascolare all’avanguardia, collegato con il San Raffaele di Milano. Intenzione degli imprenditori sembra sia quella di reimpiegare i lavoratori della società fallita Terme di Stabia.
Se le notizie sono fondate sembrerebbe un buon segnale. Pare però che da 20 giorni l’offerta è sul tavolo del Sindaco e attende riscontro. Ora non so quanto sia solida l’offerta, ma penso che sia urgente convocare il Consiglio e avviare un percorso di valutazione dello stato di liquidazione e dei possibili sviluppi. Non vorrei che il tentativo goffo di ingraziarsi i lavoratori, facendo loro prospettare una fantomatica assunzione al Comune, sia l’ennesima occasione persa per la città, sacrificata sull’altare dei microinteressi di alcuni. Consiglio comunale subito e discussione alla luce del sole sul futuro dei beni del Solaro. Non c’è più tempo da perdere”.

Continua a leggere

Trending