Seguici sui Social

Politica

Nel week end il congresso dei veleni del Pd stabiese, strappo definitivo di Aitra e Iovino

Pubblicato

in

Iovino-Castellammare


Un congresso per pochi intimi. Poche tessere, perché una parte del Pd non parteciperà. La decisione è confermata dopo i tentativi di ricucire lo strappo: Costantino Aitra e Francesco Iovino non saranno della partita. Mentre il Partito Democratico stabiese o quello che ne resta annuncia la presenza del segretario provinciale Marco Sarracino e del responsabile organizzativo Salvatore Nazareno Pecoraro: “È convocata l’assemblea congressuale degli iscritti del circolo PD di Castellammare di Stabia per i giorni 4 e 5 luglio 2020. Le operazioni congressuali avranno il seguente svolgimento: sabato 4, ore 17:00, apertura dei lavori: relazione del commissario, presentazione mozione candidati alla segreteria del circolo, dibattito. Domenica 5, dalle ore 10:00 alle ore 13:00”.

L’accordo tra quelli che hanno deciso di partecipare al congresso è presto fatto: Peppe Giordano segretario, Roberto Elefante presidente e Andrea Ciccarelli tesoriere. Ma sarà un congresso per pochi intimi.

dadimar

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Piano di mobilità, Scafarto sotto “esame”. Così l’assessore si gioca la riconferma

Pubblicato

in

Scafarto in un mese si gioca la riconferma. E’ questa la sensazione che traspare da Palazzo Farnese. Il futuro in giunta dell’assessore alla viabilità dipende tutto dalla buona riuscita del piano di mobilità, che molto probabilmente sarà rinviato alla prossima settimana. La motivazione ufficiale è “considerate le condizioni meteo avverse”, ma in realtà la protesta dei commercianti ha contribuito non poco sulla decisione di far slittare l’inizio della maxi-Ztl nel centro cittadino. Un rinvio che difficilmente sarà digerito da una parte della maggioranza di centrodestra e allora sotto accusa finirà proprio Scafarto, uno degli assessori che potrebbe essere defenestrato nell’ambito dell’imminente rimpasto di giunta. Del resto, solo con la buona riuscita del piano di mobilità riuscirebbe a strappare la riconferma.
Non è un caso che nei video di promozione del nuovo piano traffico, ad apparire è soltanto l’assessore. Il sindaco ha completamente delegato l’organizzazione a Gianpaolo Scafarto, proprio per avere una via d’uscita e quindi la revoca, nel caso in cui il Pum non dovesse portare i risultati sperati.

di Daniele Di Martino

Continua a leggere

Trending