Seguici sui Social

Politica

Covid point alle Antiche Terme, furia Pd: «Speravamo in una riapertura diversa»

Pubblicato

in



«Il comune avrebbe potuto trovare un’altra soluzione?». È quanto si chiede il segretario del Pd stabiese, Peppe Giordano,in merito alla scelta del comune di Castellammare di Stabia di mettere a disposizione dell’Asl Na3 la struttura delle Antiche Terme. «Ben vengano i covid point per monitorare i vacanzieri dal rientro dalle vacanze – ribadisce il segretario dem – Ma il comune avrebbe dovuto e potuto trovare una location diversa. Vedere quelle auto che transitano all’interno del parco è sconcertante. Macchine con i motori accesi che passano sulla pavimentazione del parco, a due passi dalle fonti termali. È questa la riapertura che aveva immaginato per le nostre Terme l’amministrazione Cimmino? Perché tanta leggerezza? Si continua a gestire la cosa pubblica con sciatteria e insipienza. Prevenzione si ma da sola non basta occorrono in questa fase soprattutto controlli a tappeto. Ci sono intere aree della città, a partire dal litorale di via De Gasperi, dove l’assenza di mascherine è una certezza. Cosi come lo sono gli assembramenti serali nelle maggiori piazze della città e nei luoghi di ritrovo. La cronaca ci parla di un aumento costante di contagiati in Campania ed è per questo che pensiamo che la situazione non può essere sottovalutata o presa alla leggera. Gli annunci, se non ci sono controlli, lasciano il tempo che trovano. Chiediamo che il sindaco spieghi alla città le motivazioni che lo hanno portato a tale scelta, assumendosi tutte le responsabilità. Chiediamo che si trovi sin da subito una location alternativa alle Antiche Terme, così come chiediamo al sindaco di riferire ai cittadini quali sono le misure messe in campo per l’imminente avvio dell’anno scolastico».

Continua a leggere
Pubblicità

Trending