Seguici sui Social



Politica

Sicurezza in città, l’opposizione chiede la convocazione di un consiglio comunale monotematico

Pubblicato

il

Aula-Consiliare
PUBBLICITA


I consiglieri comunali di minoranza chiedono la convocazione di un consiglio comunale monotematico sul tema sicurezza

Castellammare di Stabia. “Abbiamo tutti aderito alla manifestazione promossa da Don Salvatore Abagnale, perché quando si tratta della nostra città, sappiamo accantonare polemiche e  divisioni. Noi siamo con la Castellammare che vuole essere di più. Lo è stato ieri, lo è oggi, lo sarà domani. Abbiamo manifestato insieme a Gaetano Cimmino, perché al di là delle divisioni politiche e delle distanze siderali che permangono, è il sindaco della città eletto dal popolo. Proprio per questo oggi, il giorno dopo quella manifestazione, noi chiediamo di essere di più. Lo facciamo lontano dalle strumentalizzazioni e nell’esclusivo interesse della città. Castellammare deve sentirsi sicura, il sistema di videosorveglianza ha dato prova di essere obsoleto. Va sostituito rapidamente con un sistema efficace e moderno – lo scrivono in una nota i consiglieri comunali di opposizione Andrea Di Martino, Giovanni Nastelli, Francesco Iovino, Tonino Scala, Eutalia Esposito, Francesco Nappi –  La città ha bisogno di presidi notturni nelle zone della movida. Incentiviamo il lavoro notturno del nostro corpo di Polizia Municipale, ed il sindaco chieda al prefetto la presenza della task force interforze sul nostro territorio nei prossimi 5 fine settimana. Si attui un nuovo piano di viabilità e sosta, per la zona costiera, che va dal Miramare agli chalet dell’acqua della Madonna,  per rendere renda meno caotica e più vivibile agli stabiesi e ai turisti, la movida cittadina. La violenza non può essere la cifra delle notti stabiesi. Bisogna essere al fianco e a sostegno delle parrocchie che compiono una quotidiana opera di supplenza a ciò che lo Stato dovrebbe compiere verso le giovani generazioni stabiesi. Sindaco per essere di più bisogna, dare di più. È per questo che ti chiediamo di discutere della sicurezza di Castellammare in un consiglio comunale straordinario, appositamente convocato”.


Politica

La Camera vota la fiducia al Premier Conte. Domani tocca al Senato

Pubblicato

il

L’Aula della Camera di Montecitorio con 321 voti a favore, 259 contrari e 27 astenuti ha votato la fiducia al Governo, sulla risoluzione presentata dalla maggioranza, dopo le comunicazioni del premier Giuseppe Conte. Il voto si è svolto con chiama per appello nominale con voto palese e si è concluso pochi minuti fa.
Il Premier nel pomeriggio, rivolgendosi al Parlamento, aveva chiesto fiducia per l’azione di Governo. “Il mio – ha detto – è un appello molto chiaro e nitido: c’è un progetto politico ben preciso e articolato che mira a rendere il Paese più moderno e a completare tante riforme e interventi già messi in cantiere. Dalle scelte che ciascuno in questa ora grave deciderà di compiere dipende il futuro del paese. Siamo chiamati a costruirlo insieme, è un appello trasparente, alla luce del sole, chiaro che propongo nella sede più istituzionale e rappresentativa del Parlamento”.

Continua a leggere

Trending