Seguici sui Social

Cronaca

Castellammare. Apertura del Museo Archeologico, il Ministro diserta. Osanna: “Presto un polo universitario qui”

Pubblicato

in



Aperto ufficialmente al pubblico il Museo Archeologico di di Stabia

. Diserta l’inaugurazione il ministro per i Beni e le Attività Culturali, Dario Franceschini, atteso questa mattina a Castellammare di Stabia per l’apertura del Museo Archeologico di Stabiae “Libero D’Orsi”.  Presenti il primo cittadino e il Direttore Generale dei Musei, Massimo Osanna, ex Direttore del Parco Archeologico di Pompei.

Il museo intitolato all’archeologo stabiese Libero D’Orsi ospiterà i reperti provenienti dalle ville di stabiae, reperti già conosciuti in tutto il mondo e che trovano una collocazione definitiva nella reggia Borbonica.

Proprio per la reggia il primo cittadino Gaetano Cimmino ha annunciato che “ci saranno diversi investimenti che riguarderanno la struttura e tutte le aree limitrofe in un’ottica di riqualificazione globale”. Per la reggia, dice la fascia tricolore stabiese “era la destinazione che meritava. Continuiamo ad investire nella cultura”. Il direttore generale dei Musei, Massimo Osanna, ha invece annunciato che ci sarà un’accordo con l’Università di Napoli Federico II per un polo universitario nella reggia. Tuttavia è importante “fare in modo – ha detto Osanna – che questo luogo diventi facilmente raggiungibile. Occorrono navette, una sola non basta. Sono sicuro che il sindaco faccia la sua parte. Bisogna ricucire il rapporto tra questo luogo e la città. Lavoreremo anche per far in modo che i turisti da Pompei arrivino qui ma servono infrastrutture. Siamo sulla buona strada”.

 

Pubblicità

Cronaca

Covid, positivo il Sindaco di Agerola: l’annuncio sui social

Pubblicato

in

Il primo cittadino risultato positivo al Covid, l’annuncio in serata sui social

Agerola. E’ arrivato ieri sera l’annuncio che ha fatto lui stesso sui social. Il Sindaco di Agerola è risultato positivo al Coronavirus «Sono in isolamento domiciliare da stasera» perchè «Sono positivo». A scriverlo sul profilo personale il primo cittadino del piccolo comune dei monti lattari.  «Ve lo dico così, senza giri di parole, con l’umanità che ha sempre contraddistinto il nostro rapporto. Ho contratto il coronavirus e ora sarò costretto alla quarantena. Al momento – scrive – sono asintomatico e sono piuttosto sereno per le mie condizioni complessive anche se assai rammaricato per non poter essere in prima linea in questi giorni cupi per la nostra comunità e per tutti. Ho rispettato tutte le indicazioni sanitarie relative al distanziamento, all’indossare la mascherina e all’igiene delle mani, ma ovviamente ciò non è bastato. Questo non fa che aumentare le mie ansie sul come agisca questo subdolo virus, ma abbiamo il dovere di difenderci e di difendere i nostri cari! Vi invito al rigoroso rispetto delle regole: è necessario, è fondamentale!
La splendida squadra di Amministratori e di dipendenti comunali che instancabilmente dedica tutte le sue energie ad Agerola saprà sostituirmi al Comune. Per parte mia, da casa, continuerò a lavorare come sempre per il benessere e la crescita della nostra Comunità.
Abbiamo tutti il dovere di restare uniti ma distanti, di proteggere la vita, di tutelerare i più deboli, i piccoli e i fragili! La nostra bellissima terra ci tutela ma non ci rende incolumi, restiamo famiglia, comunità: proteggiamoci».

Continua a leggere

Trending