Seguici sui Social

Cronaca

Trasporto urbano, Scala: “Le nuove linee penalizzano le periferie. Non va bene”

Pubblicato

in



Il consigliere di opposizione Scala sul nuovo trasporto urbano 

Castellammare di Stabia. Sindaco non ci siamo. Il nuovo sistema dei trasporti così non va, penalizza le periferie già di per sé penalizzate. È il caso del rione CMI che perde la fermata all’interno del quartiere, fu una conquista averla. Ma non è l’unica cancellazione, ce ne sono altre. A dirlo in una nota è il consigliere comunale di opposizione Tonino Scala.  Il nuovo sistema circolare pone la prima fermata utile, visto il nuovo senso di marcia, per andare al cimitero ad un kilometro da esso. Il servizio era utile per le persone anziane che ora non potranno più andare a trovare, di fatto, i defunti. Il problema, però, sussiste anche per i lavoratori di Fincantieri. Il primo turno inizia alle 6,00, in concomitanza con la prima corsa, non passando di fatto più per un rione operaio come il CMI. Infatti, le prime 2 corse arrivano a Piazza Amendola con orari diversi dall’ingresso in Fincantieri. E non finisce qui. Dalla terza corsa in poi, fa capolinea esclusivamente a Piazza Spartaco. Per non parlare che chi finisce di lavorare all’ultimo turno, ovvero alle 22:00, non saprà più come tornare a casa. Stesso problema per un altro quartiere di periferia nella zona opposta, in quella collinare, e parlo di Scanzano. Non ci sono più bus che dal centro salgono nel popoloso quartiere, se non via Pozzano. Sindaco, Assessore, credo che si debba registrare meglio questa rivoluzione che dovrebbe, per avere senso, disincentivare l’uso dell’auto, incentivando fermate e trasporto pubblico e non rendere infernale la vita dei cittadini delle periferie.

Cronaca

Maltempo, scuole chiuse a Gragnano e Santa Maria la Carità

Pubblicato

in

Disposta la chiusura delle scuole a Gragnano e Santa Maria la Carità

Gragnano. Il mal tempo ferma l’inizio della scuola. Il sindaco di Gragnano Paolo Cimmino posticipa l’inizio della attività didattiche di due giorni, 28 e 29 settembre, a causa delle avverse condizioni meteorologiche che non permetterebbero di rispettare le norme di distanziamento sociali. Si preannuncia un anno scolastico difficile per tutti. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Sindaco di Santa Maria la Carità, Giosuè D’Amora, che ha ordinato la chiusura delle scuole insistenti sul territorio comunale il giorno 28 settembre.

Continua a leggere

Trending