Seguici sui Social


Cronaca

Covid: il Tar Campania dà ragione a De Luca: respinto il ricorso sulla chiusura delle scuole

Pubblicato

il


Il tribunale amministrativo regionale ha respinto i ricorsi presentati sulla chiusura delle scuole

Il Tar della Campania ha dato ragione alla Regione per lo stop temporaneo alla didattica in presenza. Con i decreti numero 1921 e 1922 appena pubblicati, i giudici amministrativi hanno respinto i ricorsi rispetto l’ordinanza regionale 79/2020 con la quale è stato disposto l’obbligo di svolgimento dell’attività didattica “a distanza”, rilevando tra l’altro che la Regione ha “esaurientemente documentato l’istruttoria sulla base della quale ha inteso emanare la gravosa misura sospensiva; dando conto, in particolare, quanto alla idoneità  della misura adottata, della correlazione tra aumento dei casi di positività al Covid-19 e frequenza scolastica (verificata non solo limitatamente alla sede intrascolastica, ma anche con riguardo ai contatti sociali necessariamente “indotti” dalla didattica in presenza), nonché della diffusività esponenziale del contagio medesimo”. Era stato un gruppo di cittadini, rappresentato dagli avvocati Felice Laudadio e Alberto Saggiomo, a impugnare l’ordinanza regionale del governatore campano Vincenzo De Luca, la numero 79, che chiude le scuole fino al 30 ottobre, come misura di contenimento del contagio. Il Tar, nel decreto, evidenzia che prevale la tutela del diritto alla salute. Sulla base della documentazione fornita, nel decreto viene data “prevalenza all’interesse pubblico sotteso al provvedimento impugnato, tenuto conto che tale interesse pubblico espressamente affonda nell’esigenza di tutelare il diritto primario alla salute”.


Pubblicità

Cronaca

Lotta agli abusivi della sosta a Pozzano, operazione ad alto impatto della polizia

Pubblicato

il

Controlli estesi su tutto il  territorio cittadino, impiegato anche un elicottero

Castellammare di Stabia. Operazione ad alto impatto questa mattina per le strade del centro di Castellammare di Stabia e non solo. Controlli ad ampio raggio volti al contrasto dell’illegalità diffusa e agli abusivi della sosta lungo i bagni di Pozzano. A coordinare i controlli gli uomini della Polizia di Stato del commissariato di Castellammare di Stabia e gli agenti della sezione scientifica,  anticrimine e del reparto mobile di Napoli. Durante le operazioni è stato impiegato anche un elicottero del reparto volo che ha perlustrato l’area costiera dove si è focalizzata maggiormente l’attenzione delle forze dell’ordine.

Alle operazioni hanno preso parte anche i carabinieri e i militari della guardia di finanza. A disporre l’ «l’alto impatto» la Prefettura di Napoli nel corso di una riunione di coordinamento interforze presieduta dal Prefetto di Napoli. All’ordine del giorno dell’incontro svolto martedì la situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica nell’area metropolitana. Decine di veicoli controllate e altrettante persone identificate. Contestate anche diverse violazioni al codice della strada. I controlli si aggiungono a quelli delle scorse settimane lungo le strade della penisola e ad altri in programma nei prossimi weekend. Mar.Alf.

LEGGI ANCHE: 
Spiagge, caos parcheggi e traffico. Don Salvatore: «Riaprire la stazione di Pozzano»

Continua a leggere

Trending