Seguici sui Social



Politica

Energie per il Sarno, summit tra Gori e sindaci per il risanamento. Al via opere per 135 milioni

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Ascoltare, per acquisire le istanze dei protagonisti delle comunità. Coinvolgere, per creare valore con-diviso e mettere a fuoco gli interessi rilevanti. È con questi obiettivi che GORI ha gettato le basi per un dialogo permanente con i comuni ricadenti nel bacino idrografico del fiume Sarno. Si è svolto ieri po-meriggio, infatti, in forma completamente digitale, il tavolo tecnico che ha dato il via al progetto “Energie per il Sarno”. Un confronto costruttivo introdotto da Marco Frey, professore Ordinario di Economia e gestione delle imprese presso la Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, esperto di sostenibilità e temi ambientali, a cui hanno partecipato più di 30 sindaci delle amministrazioni che insistono sul territorio sarnese. Le attività rientrano nell’ambito degli interventi infrastrutturali e delle azioni di sostenibilità ambientale che l’Azienda sta mettendo in campo. Un percorso già avviato lo scorso anno attraverso specifiche azioni di informazione e sensibilizzazione rivolte a tutta la comunità, tra cui il progetto Plastic Free, per la riduzione dell’utilizzo della plastica monouso, e la campagna di comunicazione. Un click per il Sarno, che rende gli utenti protagonisti di azioni concrete per la tutela del corso d’acqua semplicemente aderendo al servizio Bolletta Web.

“Il progetto Energie per il Sarno rappresenta solo l’inizio di un percorso che faremo insieme alle amministrazioni comunali – il commento del Presidente di GORI, Michele Di Natale – Le istanze venute fuori da questo momento di confronto rappresentano una ricchezza che non verrà dispersa ma coltivata e che, insieme agli interventi in corso e programmati sul territorio sarnese, ci consentirà di fare importanti passi avanti”.

“Il bacino idrografico del fiume Sarno è tra le aree su cui negli ultimi anni GORI sta concentrando sforzi e risorse − sottolinea l’Amministratore Delegato, Giovanni Paolo Marati – L’Azienda è stata individuata come soggetto attuatore di un vasto programma di opere finanziate dalla Regione Campania per circa 135 milioni di euro. Solo con un’azione condivisa e sinergica con le amministrazioni comunali del territorio e con gli enti istituzionali competenti, potremo riuscire nell’ambizioso progetto di risolvere definitivamente, nei prossimi anni, l’emergenza ambientale che affligge circa 850.000 cittadini di questo territorio”.

Un impegno che passa anche attraverso la promozione di eventi formativi e informativi al fine di coinvolgere e informare maggiormente i cittadini e le istituzioni.


Continua a leggere

Politica

La Camera vota la fiducia al Premier Conte. Domani tocca al Senato

Pubblicato

il

L’Aula della Camera di Montecitorio con 321 voti a favore, 259 contrari e 27 astenuti ha votato la fiducia al Governo, sulla risoluzione presentata dalla maggioranza, dopo le comunicazioni del premier Giuseppe Conte. Il voto si è svolto con chiama per appello nominale con voto palese e si è concluso pochi minuti fa.
Il Premier nel pomeriggio, rivolgendosi al Parlamento, aveva chiesto fiducia per l’azione di Governo. “Il mio – ha detto – è un appello molto chiaro e nitido: c’è un progetto politico ben preciso e articolato che mira a rendere il Paese più moderno e a completare tante riforme e interventi già messi in cantiere. Dalle scelte che ciascuno in questa ora grave deciderà di compiere dipende il futuro del paese. Siamo chiamati a costruirlo insieme, è un appello trasparente, alla luce del sole, chiaro che propongo nella sede più istituzionale e rappresentativa del Parlamento”.

Continua a leggere

Trending