Seguici sui Social
PUBBLICITA


Politica

Gragnano verso il voto, Serrapica lancia le civiche di centrodestra: «Ma il candidato non è deciso» | L’INTERVISTA

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

Michele Serrapica, ex sindaco di Gragnano, lancia il progetto civico in vista delle elezioni di primavera. Gragnano ritorna al voto e l’ex primo cittadino (due volte eletto a palazzo di città) propone un cartello di sole liste civiche di ispirazione di centrodestra. «Ma il candidato sindaco si deciderà in seguito» chiarisce Serrapica, smentendo le voci di una sua candidatura per la fascia tricolore. Da giorni in città circola un volantino con tanto di simboli con cinque formazioni politiche, segno che la campagna elettorale è già iniziata nella città della pasta.

Se ritorno in campo?
«La scelta alla carica di sindaco che guiderà la coalizione e l’attuazione del programma elettorale, che sarà presentato agli elettori entro fine anno, è una prerogativa che spetta ad uomini, donne e giovani che hanno aderito alle civiche».

Qual è la sua posizione politica?
«Nessun equivoco: sono sempre stato politicamente, votato ed eletto sindaco con il centrodestra. Oggi coordino il lavoro di cinque civiche, sperando che trovino le giuste alleanze con il centrodestra, evitando ammucchiate con gli uomini che si dichiarano di centrodestra ed amministrano con la coalizione di centrosinistra».

Qualche anno fa rilasciò un’intervista a Metropolis dichiarando di aver incontrato Michele Zagaria in un cantiere della Metro?
«E’ inutile creare equivoci, sono stato assunto dalla Metropolitana di Napoli nel 1978 e dipendente fino al 2014 nel cantiere di piazza Medaglie D’Oro, dove lavorava già dal 1977 – non come dipendente della Metropolitana ma come subappaltatore – Michele Zagaria, fino al 1980. Nella mia vita sono stato evidenziato solo dalle cronache locali, quelle fatte dal popolo, per aver aiutato tanti operai di Gragnano che ad oggi lavorano ancora in Metropolitana».

Continua a leggere
Pubblicità

Politica

Nasce il gruppo di Più Europa a Castellammare: Francesco Somma coordinatore

Avatar

Pubblicato

il

«Un luogo aperto, inclusivo, laico e antifascista, che promuove la giustizia sociale e il rilancio del territorio che si estende dall’area stabiese ai Monti Lattari, a Napoli e alla Penisola Sorrentina». Questa la premessa alla nascita del gruppo territoriale Più Europa Golfo di Napoli. «Dopo l’impegno e il buon risultato ottenuto alle regionali nei nostri territori- afferma il dottor Francesco Somma (che andrà a coordinare la squadra) – abbiamo scelto di dar vita, forma e sostanza ad un gruppo territoriale. Non potevamo disperdere il lavoro fatto e tantomeno le aspettative che centinaia di persone hanno riposto in noi».
Tra i soci fondatori di Più Europa Golfo di Napoli vi sono : Francesco Somma, Margherita Alfano, Francesco Russo, Daniele Rossetti, Simona de Feo, Michele Meo, Carmine Maresca, Rita di Somma, Noemi Taccarelli, Lucia Somma, Salvatore Coticelli, Rosario Aiello, Massimo Iovine, Anna Troiano, Carmine Troiano, Giovanni De Marco, Nicola Chicchinelli. «La nostra – spiegano i fondatori- è una scelta piena di speranza, ma altrettanto necessaria dopo l’ottimo risultato ottenuto alla scorsa tornata elettorale regionale, tesa a concretizzare quella voglia di far progredire la nostra terra. Siamo uomini e donne liberi, giovani professionisti e lavoratori infaticabili. È nostra intenzione lavorare fianco a fianco con e tra i cittadini. Il nostro gruppo è aperto al contributo di ogni persona interessata a collaborare per favorire uno sviluppo equo e partecipato del Golfo di Napoli, in modo da porre come oggetto di riflessione quel particolare processo di trasformazione della nostra terra verso una maggiore presenza di diritti personali, sociali e per la tutela dell’ambiente”. All’attivo ci sono già due interrogazioni presentate in Consiglio Regionale. “Nelle prossime settimane, non appena l’emergenza Covid19 ce lo permetterà – conclude Francesco Somma – avvieremo una campagna di ascolto del nostro territorio».

Continua a leggere

Trending