Seguici sui Social
PUBBLICITA


Cronaca

Pompei, il Forum dei Giovani attacca Lo Sapio: “Noi sfrattati, questa nuova “sede” non idonea”. Partita una petizione online

Avatar

Pubblicato

il


PUBBLICITA

. Il della città mariana ha lanciato una petizione online dopo lo sfratto da Casale Piscitelli. I giovani chiedono che gli venga assegnata una sede idonea per poter svolgere le proprie attività. L’annuncio sui social dopo un attacco all’attuale amministrazione comunale guidata da Carmine Lo Sapio. «Ecco la sede dove, secondo chi governa questa città, dovremmo svolgere le nostre attività – scrivono i ragazzi postando sui social le immagini del locale a loro destinato – Un posto dove non entra nemmeno tutta la nostra roba, avendo lasciato per evidente mancanza di spazio, gran parte dei nostri beni nella sede di Casale Piscicelli. In tempi di Covid e con il divieto di formare assembramenti, ci ritroviamo in una sede dove al massimo potrebbero entrare 2 persone per volta. Quando terminerà questo lockdown e la legge ci permetterà di nuovo di poter svolgere le nostre attività, come faremo in uno spazio cosi esiguo? In un ufficio soggetto agli orari di apertura e di chiusura dell’ufficio elettorale e quindi fortemente limitante per tutti i giovani che vorranno accedervi in futuro. Attendiamo ancora che il Sindaco ci dia delucidazioni sull’accaduto. A noi sembra tutto cosi assurdo, abbiamo mille domande ma ancora nessuna risposta da chi ci governa. Ma col tempo le risposte stiamo iniziando a darcele da soli». QUI LA PETIZIONE

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Dpcm, Conte insiste per un rientro a scuola il 14 dicembre

Avatar

Pubblicato

il

C’è una nuova data, anche se ancora ipotetica, per il ritorno sui banchi degli studenti. E’ quella del 14 dicembre e a farla è stato proprio il premier Giuseppe Conte durante la riunione dei capigruppo di maggioranza sul prossimo dpcm. Dieci giorni, per provare a restituire un po’ di normalità ai ragazzi, o almeno ad una parte di loro qualora il rientro non riguardasse tutti, e dar loro quello che il premier ha definito “un bel segnale”. Contrastanti, per ora, le reazioni dei partiti alla proposta, che dovrà comunque avere il via libera degli esperti del Comitato Tecnico Scientifico. Favorevole Italia Viva che chiede però trasporti adeguati, contrari gli altri schieramenti. Il dibattito in corso in questi giorni se far tornare i ragazzi nelle aule a dicembre o direttamente il 7 gennaio, dopo le vacanze di Natale, non si ferma. Non è un mistero che la ministra Azzolina voglia riportare in classe gli studenti, per quanto in modo graduale, nonostante la Commissione Ue sia dell’idea opposta e inviti addirittura ad allungare di una settimana le vacanze di fine anno. “Ci pensino bene e valutino con attenzione”, e’ l’invito al governo del presidente dell’Associazione Nazionale Presidi, Antonello Giannelli. “Capisco l’operazione simbolica – aggiunge – ma mi chiedo cosa possa accedere nei grandi centri dove i trasporti non sono pronti”. Ed è per questo che, probabilmente, si chiederà l’intervento delle Prefetture.

Continua a leggere

Trending