Seguici sui Social



Calcio

Sau e quella parobola magica a Marassi: 9 dicembre 2011 una data indimenticabile per i tifosi della Juve Stabia

Pubblicato

il

PUBBLICITA


Il 9 dicembre 2011 non verrà mai dimencato dai tifosi della Juve Stabia: Marco Sau segnò uno dei gol più belli della storia gialloblu’ a Marassi contro la Sampdoria

Ogni società di calcio ha, nel bene o nel male, delle date segnate di rosso sul calendario. Quelle giornate che i tifosi vorrebbero rivivere sempre o mai più. Sono i ricordi, sensazioni che alimentano la vita di tutti gli esseri umani. Queste sensazioni travolgono ogni anno, ovviamente, anche i tifosi della Juve Stabia.

Sono tante le date storiche per gli stabiesi, le famose giornate storiche e da ricordare. Il 9 dicembre è proprio una di quelle. Nessuna promozione, nessuna retrocessione, nessun evento così clamoroso. Ma quel 9 dicembre 2011, quella notte di 9 anni fa resterà per sempre impresso nella mente e scolpito nel cuore di tutti i tifosi delle Vespe. Quel giorno Marco Sau e compagni andarono a Marassi, uno degli stadi più belli e storici d’Italia e d’Europa, a giocare a viso aperto contro uno delle squadre più importanti del nostro calcio. Era una partita del campionato di Serie B, ma per gli amanti dei colori gialloblu’ sembrava proprio una finale di Champions League. Perché per una realtà piccola, seppur storica, come quella stabiese, giocare questo tipo di partite provocherà sempre un’emozione importante (come la partita di Coppa Italia a Firenze contro la Fiorentina).

A tratti indescrivibile quella partita e quella rete. E infatti, se dovessimo proporre una sorta di sondaggio su quale sia stato il gol più bello degli ultimi 10, i tifosi della Juve Stabia  risponderebbero (probabilmente) tutti allo stesso modo: “Il gol di Sau contro la Sampdoria a Marassi”. In effetti quel gol fu davvero un gol spettacolare. Una rete che solitamente viene commentata e descritta in competizioni ben più importanti della seconda serie del calcio italiano. Questa l’azione dell’eurogol di Sau: lancio lungo dalle retrovie, il folletto gialloblu’ con un controllo e dribbling incorporato salta il suo diretto avversario e calcia direttamente verso l’angolo più alto della porta blucerchiata. Un gol alla “Del Piero”. Un gol che resterà negli annali. Peccato per il risultato finale di 1-1 agguantato da Pozzi nel finale di partita.

Il 9 dicembre 2011 resterà, per i tifosi gialloblu’, il giorno in cui la loro piccola ma tenace squadra sfidò e quasi batteva una delle grandi realtà del calcio italiano. Resterà per sempre il giorno in cui si sfiorò il cielo con un dito grazie a quella parabola celestiale disegnata da quel genio di Marco Sau.


Calcio

Prestazione indecente della Juve Stabia: il Monopoli ne fa 4

Pubblicato

il

Prestazione indecente della Juve Stabia: il Monopoli ne fa 4

Incredibile disfatta della Juve Stabia, sconfitta in casa del Monopoli dopo essere stata in vantaggio per 2-0. I padroni di casa sono riusciti a rimontare fino a vincere la gara per 4-2. Marcatori del match Orlando, Berardocco e di Starita nel primo tempo; di Paolucci, Bunino e ancora Starita le reti della super rimonta della squadra di mister Beppe Scienza.

Qualcosa non va, però, in casa stabiese. Dopo soli 9 minuti il risultato era super positivo, un 2-0 costruito su una grande partenza di gara e per quasi tutta la prima frazione la supremazia territoriale è stata evidente. Fino a quando Rizzo e Tomei non leggono una traiettoria in area di rigore dove si avventa Starita, più lesto di tutti in area piccola. Ma è la ripresa da horror per i ragazzi di Padalino: pronti, via ed è subito pareggio del Monopoli grazie a Paolucci, bravissimo ad eludere l’intervento di Lia e a battere nuovamente Tomei. La sensazione, però, è che nella seconda frazione la Juve Stabia non sia scesa in campo per nulla convinta. Solo il palo di Berardocco e un’occasione di Romero nel finale sono state le occasioni da gol per le Vespe.

Anzi, sono state proprio del Monopoli le migliori situazioni dalle parti di Tomei. E infatti la rimonta si completa grazie a Bunino prima e a Starita negli ultimi secondi di gioco. Un 4-2 pesante, un risultato che dovrà far riflettere la dirigenza stabiese sul da farsi. In questo modo nemmeno i playoff potranno essere raggiunti. Colpe ne ha sicuramente il tecnico Padalino, ma ne parleremo a mente fredda delle situazioni tattiche di questo match.

Continua a leggere